Venerdì, 22 settembre 2017 - ore 08.18

Cremona Musica in piazza, danza lungo i corsi e omaggio a Monteverdi

Questi gli appuntamenti della settimana di Rigenerazione Urbana 2017 Gli appuntamenti di giovedì 14 e sabato 16 e domenica 17 settembre

| Scritto da Redazione
Cremona  Musica in piazza, danza lungo i corsi e omaggio a Monteverdi

Settimana ricca di appuntamenti nell'ambito del programma di Rigenerazione Urbana 2017. Giovedì 14 settembre, alle ore 21, in piazza del Comune, si esibiranno i 26 ragazzi speciali dell'Orchestra MagicaMusica: Adriano Beccalli, Deborah Borgo, Sara Bianchessi, Simone Carelli, Alessandro Cieri, Angelo Cimaschi, Paola Taloni, Vittorio Deste, Gaetano Parini, Gloria Galli, Marco Gipponi, Fabrizio Gobbi, Alessio Guerini Rocco, Antonio Lo Porto, Alessia Lupo Stanghellini, Paolo Maggi, Mariani Andrea, Serena Pini, Marco Rigamonti, Matteo Riva, Stefania Roveda, Sara Soccini, Sonia Taragnoli, Gabriele Zanenga, Luca Milazzo, Margherita Rabaioli, Riccardo Alpini, Sergio Storti, Umberto Saiani, Chiara Vanni, Vincenzo Mazza, Margherita Rabaioli, Elia Malacart, Jacopo Bertolasi. Diretti dal Maestro Piero Lombardi, i giovani orchestrali, si esibiranno in un vasto repertorio tra musica classica e leggera, mettendo a frutto le grandi potenzialità che riescono a raggiungere grazie all'impegno dell'equipe che li segue.

Altro evento di grande richiamo sabato 16 settembre, dalle 16 alle 18, quando gli allievi del CremonaDance&co daranno vita ad Effetto Domino, che investirà corso Campi e corso Garibaldi. Proprio come in un gigantesco domino umano, la coreografia avrà origine all’inizio di corso Campi e si snoderà lungo tutta la via fino ad arrivare al gran finale in corso Garibaldi. Le tessere del domino altro non sono che i gruppi di ballerini, schierati come pedine e pronti a prendere movimento sulla scia di quest’onda di musica ed energia che riempie gli occhi di chi guarda e il cuore di chi danza. I ballerini abbracciano tutte le fasce d’età e si cimenteranno nei più svariati stili di danza. Il pubblico potrà muoversi e camminare lungo i marciapiedi per seguire il flusso di danza che vedrà protagonista una formazione dopo l’altra, tra ritmo, coinvolgimento e gioia di danzare.

Infine il Coordinamento Teatro Cremona presenta tre eventi nell'ambito delle Celebrazioni Monteverdiane. Il primo spettacolo, dal titolo Recitarrivoluzione, è in programma venerdì 15 settembre, dalle ore 21, in largo Boccaccino. Testo e regia sono di Enrico Tomasoni. Claudio Monteverdi, interpretato dallo stesso Tomasoni, sarà il protagonista sul palcoscenico affiancato da una giornalista, interpretata da Giuppi Cavagnoli, che lo stuzzicherà con domande per raccontare momenti pubblici e privati della sua vita. “In questo anno di celebrazioni dove la musica è protagonista – dichiara il regista - abbiamo pensato di dare alle parole il compito di raccontare non solo la vita di Claudio Monteverdi, ma anche i motivi, le cause, i contesti culturali e sociali, che certamente ne influenzarono il lavoro. Recitarrivoluzione è un gioco, una finzione agita sul palcoscenico, che riporterà alla mente, ai giorni nostri, quelle verità che donarono a Monteverdi la fama incontrastata che tutt’oggi possiede”.

Sabato 16 settembre, sempre alle 21 e sempre in largo Boccaccino, andrà in scena Monteverdi e il musical...una strana coppia di The O.S.B. Musical Company di Nicholas Anthony Gelati e Stefania Borsotti. La scena si apre su di un Claudio Monteverdi nel mezzo di una “crisi artistica”, partendo dal suo celeberrimo “Ballo delle Ingrate” ne vuole modificare e modernizzare l'essenza e si ritrova ad immaginare come potrebbe essere la sua opera passando tra canzoni pop ed artisti eclettici. Una strana accoppiata che darà a Monteverdi filo da torcere ma non per questo lo farà demordere dal portare a termine il suo obiettivo. Tra coreografie e monologhi, si entrerà in una nuova realtà dove antico e moderno si scontrano creando una fusione di stili ed epoche che vi sorprenderà. I testi sono di Nicholas Anthony Gelati, le coreografie di Stefania Borsotti, che cura anche la regia, di Chiara Garbelli e Lidia Zanaglio, i costumi di Emanuela Soffiantini. Nicholas Anthony Gelati interpreta Claudio Monteverdi, Chiara Garbelli Amore, Lidia Zanaglio Venere, Daniele Pizzoni Plutone, mentre Giulia Franchi, Annalisa Tolomini, Eleonora Tolomini, Verena Mancastroppa le Ingrate. Il Corpo di ballo è composto da Chiara Garbelli, Lidia Zanaglio, Verena Mancastroppa, Giulia Franchi, Annalisa Tolomini, Eleonora Tolomini e Daniele Pizzoni.

Il terzo spettacolo, promosso dal Coordinamento Teatro Cremona si terrà domenica 17 settembre, alle ore 21, nel Cortile Federico II di Palazzo Comunale. Il titolo è Assenza, da una novella di Valeria Parrella. Con Daniela Coelli Orfeo, Corifea, Alessia Vicardi Euridice, Corifea, Flavio Aster Bissolati Orfeo in musica, e con la partecipazione di Germano Denti nel ruolo di Hermes e Sofia Regonelli in quello di Euridice bambina. Regia di Daniela Coelli e Alessia Vicardi, elaborazioni sonore e composizioni a cura di Flavio Aster Bissolati. Il brano Ego flos campi di Monteverdi è eseguito dal gruppo musicale La Rossignol, voce Roberto Quintarelli. Assenza è percezione di fine assoluta, corpo che si riduce a cenere, tre pugni di polvere senza più occhi né voce. Così Valeria Parrella porta nella sua rielaborazione in chiave moderna del mito di Orfeo ed Euridice. In questa messa in scena il palco è disseminato di detriti, ricordi, da cui Orfeo non riesce a staccarsi. Hermes è l’avventore di un bar che legge sul giornale la notizia della morte di Euridice ed è lo spettatore privilegiato di questa storia a cui partecipa dando consigli e mettendo in guardia Orfeo. Orfeo si sdoppia nel suo alter ego musicale, così come Euridice è anche la bambina che gioca con il suo destino. Hermes ed Euridice bambina sono sempre stati senza tempo. Il palco disseminato di abiti e detriti come dopo lo scoppio di un vulcano è il luogo scelto per introdurre anche le voci del coro come nella tragedia greca. La musica di Monteverdi, distorta, frammentata, evocata, rallentata, distrutta, è il motivo che accompagna questo viaggio.

536 visite

Articoli correlati