Lunedì, 25 settembre 2017 - ore 04.22

Europa Notizie

Post-Comunismo La città di Trenčín (Slovacchia) toglie la cittadinanza a Stalin.

Anche Bratislava ci sta pensando. Il Generalissimo (dell’URSS) Josif Vissarionovič Stalin ha perso, dopo 69 anni, la sua cittadinanza onoraria della città di Trenčín, nell’ovest della Slovacchia. La decisione è arrivata alla fine del settembre scorso in una riunione del consiglio comunale su proposta del sindaco Richard Rybníček, con la maggioranza minima dei tre quinti dei consiglieri, come previsto in questi casi.

Il Natale in Slovacchia e le sue tradizioni

Mentre ogni famiglia sta cominciando a prepararsi con i profumi, i colori e le luci della notte di Natale, riproponiamo qui una breve carrellata di contenuti dal nostro giornale che trattano delle tradizioni natalizie degli slovacchi.

Nasce il progetto culturale ‘Verso Romania 2019’ di Marco Baratto

" Verso Romania 2019" vuole rappresentare un progetto culturale di ampio respiro. Un progetto che unisca , ancora una volta l'Italia e la Romania in vista di due grandi eventi: Il primo nel 2018 con il centenario della fine della Grande Guerra e il compimento dell'Unità nazionale dell'Italia e della Romania ; il secondo, la presidenza della UE della Romania nel 2019.

Romania domenica alle urne, tra movimenti anti-sistema e corruzione

Domenica oltre 18 milioni di romeni saranno chiamati alle urne per eleggere tra oltre 6.500 candidati i 466 parlamentari che siederanno nella Camera e nel Senato per la prossima legislatura. Le elezioni politiche arrivano dopo un anno di governo tecnico, che ha lasciato un segno positivo sul Paese e sull'elettorato, disilluso per i numerosi casi di corruzione ad alto livello e che hanno trovato nell'esecutivo guidato dall'ex commissario Ue all'Agricoltura Dacian Ciolos un evidente esempio di come governare senza mazzette.

Fase di deciso risk-on per i mercati azionari

Quando meno te lo aspetti, i mercati azionari europei forniscono una importante escursione rialzista che va a interrompere la lunga, sostanziale lateralizzazione degli ultimi 3 mesi.

Dopo-Brexit: la grande incertezza

In Gran Bretagna l’incertezza economica creata dal voto del referendum di giugno è amplificata dalla totale mancanza di chiarezza nella politica del governo, che ha continuato a fare annunci contraddittori. Il partito laburista, diviso fra due anime, non riesce a condurre un’opposizione efficace.

Cgil: L’Europa deve cambiare verso

Durante a RadioArticolo1: "Lontanissimi da quell’idea di Unione che investe il 2% del Pil europeo per un decennio, come propone la Ces, un piano da 250 miliardi all'anno, l’unica leva per cominciare a ricostruire una prospettiva di durata della ripresa"

Europa la ricollocazione dei rifugiati non decolla

L’entrata in vigore del discusso accordo di cooperazione tra la Turchia e l’Unione europea per fermare il flusso di migranti irregolari lungo la rotta balcanica ha aggravato il sistema di recezione dei richiedenti asilo in Grecia, un Paese già condannato dalla Corte di Strasburgo nel 2011 per le degradanti condizioni di accoglienza.

Slovacchia Le aziende continuano a trasferisi nei paradisi fiscali

È in aumento il numero di aziende slovacche con sede nei paradisi fiscali. Questo evidenzia l’ultima indagine della società di consulenza Bisnode Slovakia, secondo la quale dalle 1500 del 2005 sono oggi oltre 4700 le imprese con capitali e amministratori slovacchi che hanno la loro sede in uno dei tanti paesi classificati come “paradiso fiscale”.

Austria sconfitti i nazionalisti Il verde Van Der Bellen vince le elezioni presidenziali

Il candidato ecologista Alexander van der Bellen ha vinto il ballottaggio delle elezioni presidenziali austriache. Il nazionalista Norbert Hofer ha ammesso la sconfitta. Van der Bellen ha ottenuto il 53,3% delle preferenze mentre il candidato dell'estrema destra (Fpoe) si è fermato al 46,7 per cento. Le stime comprendono anche una previsione del voto postale.

Gli eventi italiani del weekend a Bratislava

Proiezioni in italiano con i sottotitoli slovacchi e inglesi al Kino Mladosť, Hviezdoslavovo námestie 17, Bratislava. Ingresso: 4,50€ / 3,50€.

L’Europa e l’attuale crisi globale politica e ambientale di Benito Fiori (Cremona)

Nei giorni scorsi i cremonesi hanno avuto l’opportunità di ascoltare il prof. Piero Braglia, uno dei più autorevoli biografi del grande europeista Altiero Spinelli, più che sulla celebrazione dall’ormai 75enne “Manifesto di Ventotene”, sulle cause della crisi dell’Europa, figlia di un percorso, va detto, sempre più impolverato e tarlato rispetto a quello “sognato”.

Amnesty Denuncia rimpatri illegali dalla Grecia alla Turchia

Secondo testimonianze e documenti raccolti da Amnesty International, almeno otto rifugiati siriani sono stati illegalmente rimandati in Turchia dalla Grecia, senza rispettare le garanzie procedurali e senza considerare la loro richiesta d’asilo.