Lunedì, 25 settembre 2017 - ore 19.04

IDENTIFICATO E DENUNCIATO L’AGGRESSORE DI VIA PADOVA

L’aggressione avvenuta nella giornata di sabato 19 agosto a seguito di un incidente stradale

| Scritto da Redazione
IDENTIFICATO E DENUNCIATO L’AGGRESSORE DI VIA PADOVA

La Squadra Interventi Speciali della Polizia locale ha individuato il responsabile dell’aggressione avvenuta dopo un incidente stradale in via Padova lo scorso 19 agosto. Si tratta di un 25enne di origine peruviana residente a Milano in via San Mamete.

L’aggressione ha luogo nella mattinata di sabato 19 agosto in via Padova, all’altezza del civico 70: un furgone condotto da un cittadino di origine egiziana rimane coinvolto in un incidente stradale urtando un ciclista che, per fortuna, non riporta gravi conseguenze. Ad avere la peggio è invece il passeggero dell’autocarro, anche lui egiziano, che ha un diverbio con un uomo, estraneo al sinistro, che lo aggredisce a pugni e dopo averlo ferito ad una gamba con un coltello, fugge facendo perdere le proprie tracce.

Giunge sul posto una pattuglia della Polizia Locale che presta i primi soccorsi al passeggero dell’autocarro: l’uomo, trasportato d’urgenza in ambulanza al pronto soccorso, viene poi ricoverato.

Immediatamente iniziano le indagini per risalire al responsabile dell’aggressione. Gli agenti della Squadra Interventi Speciali – coordinata dal Comandante Vicario della Polizia Locale Paolo Ghirardi – riescono in breve tempo a ricostruire i suoi movimenti. I primi elementi portano gli investigatori in un locale notturno nelle vicinanze di via Arquà, dove sembra che l’uomo abbia trascorso la serata.

Gli agenti acquisiscono le immagini di tutte le telecamere di sorveglianza di via Padova, raccolgono diverse testimonianze e consultano gli archivi di polizia fino ad essere certi dell’identità dell’aggressore. Si tratta di un giovane di 25 anni, P. R. Paul Hans di origine peruviana, che in tarda serata viene trovato dagli investigatori nella sua abitazione in via San Mamete.

Nel corso della perquisizione della casa, nascosto all’interno di un armadio, gli agenti hanno trovato il coltello ancora insanguinato e gli abiti indossati al momento dell’aggressione, compatibili con quelli visibili nelle immagini delle telecamere. L’uomo è stato denunciato a piede libero.

126 visite

Articoli della stessa categoria