Mercoledì, 20 ottobre 2021 - ore 03.40

SOSPESO ASTRAZENECA PER TUTTI: DA DOMANI ZONE BIANCHE PER 40 MILIONI DI ITALIANI

Cavaleri (Ema):"Meglio vietare AstraZeneca a tutti" Domani 40 milioni di italiani in zona bianca In arrivo 55 milioni dosi Pfizer e Moderna

| Scritto da Redazione
SOSPESO ASTRAZENECA PER TUTTI: DA DOMANI ZONE BIANCHE PER 40 MILIONI DI ITALIANI

Arriva dal presidente della task force sui vaccini dell'Ema, Marco Cavaleri, "l'invito" a bloccare la somministrazione del siero AstraZeneca anche agli over 60, soprattutto data la nuova e maggiore disponibilità di vaccini a mRna, rispetto a quando, a marzo, il vaccino anglo-svedese fu autorizzato senza restrizioni. Da ora a settembre è previsto infatti l'arrivo di 55 milioni dosi Pfizer e Moderna. Da domani zona bianca per 40 milioni di italiani.

 

Moratti: "In Lombardia sfioriamo 7,5mln somministrazioni"

"Questo weekend arriviamo a sfiorare 7,5milioni somministrazioni, con 100mila dosi al giorno". Lo ha detto Letizia Moratti, vicepresidente della Lombardia, con delega al Welfare, parlando delle vaccinazione nella Regione.

 

Vaccini, Coldiretti: "Al via somministrazioni a braccianti stranieri"

Al via le vaccinazioni per i braccianti stranieri. Lo annuncia la Coldiretti, spiegando che ad oggi sono stati "approvati" come punti vaccinali già in possesso di tutti i requisiti richiesti ben 141 sedi dell'associazione e 27 sedi aziendali. Con il piano per la vaccinazione dei braccianti extracomunitari si punta al recupero di una fetta importante della popolazione che vive lontano dai centri urbani ed è più difficilmente raggiungibile.

 

Da domani 40 milioni di italiani in zona bianca

Da domani oltre 40 milioni di italiani in zona bianca, senza coprifuoco e quasi alcuna prescrizione, ma il ministro della Salute, Roberto Speranza, invita alla prudenza: ancora mascherine e distanziamento.

 

In arrivo 55 milioni di dosi tra Pfizer e Moderna

Non ci saranno rallentamenti nelle vaccinazioni dopo stop ad Astrazeneca per gli under 60. In arrivo 55 milioni dosi Pfizer e Moderna tra ora e fine settembre, che serviranno anche come richiamo per gli under 60 che hanno avuto prima dose vaccino anglo-svedese, circa 900 mila persone.

 

Palù (Aifa): "Massima cautela AstraZeneca, no meno 60 anni"

"Abbiamo formulato indicazioni basate sul principio di massima cautela per l'impiego dei vaccini a vettore adenovirale, quindi non solo AstraZeneca ma anche Johnson&Johnson. Non darlo sotto i 60 anni" e "stiamo parlando di reazioni gravi come i casi di trombosi molto rare accompagnate da carenza di piastrine, non erano emersi negli studi validativi e si sono manifestati nel corso della vaccinazione di massa su decine di milioni di persone. Non potevamo prevederle prima". Così il presidente dell'Aifa e membro del Cts, Giorgio Palù, in un'intervista al Corriere della Sera spiega la scelta di usare, da ora in poi, solo vaccini a Rna messaggero per gli under 60.

 

Cavaleri (Ema): "Vietare AstraZeneca a tutti"

A fine marzo, quando l'Ema ha deciso di non porre restrizioni al vaccino AstraZeneca, "avevamo visto una probabile rarissima associazione tra AstraZeneca e le trombosi, ma la nostra posizione era ed è che in un contesto pandemico il rapporto rischi-benefici resta favorevole per tutte le età". Sarebbe però meglio vietare AstraZeneca anche agli over 60, "ed è un'opzione che molti Paesi, come Francia e Germania, considerano alla luce della maggiore disponibilità dei vaccini a mRna. Gli incidenti però sono stati rarissimi e dopo la prima dose. Vero che sulla seconda ci sono meno dati, ma nel Regno Unito sta andando bene". Così Marco Cavaleri, presidente della task force sui vaccini dell'Ema, in un'intervista a "La Stampa".

 

#ZONACHECK

 

2286 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria