Sabato, 14 dicembre 2019 - ore 21.37

Tagli in Sanità: meno assistenza e lunghe liste di attesa

| Scritto da Redazione
Tagli in Sanità: meno assistenza e lunghe liste di attesa

Ospedale di Cremona e di Crema.  ALLONI (PD): "I TAGLI IMPOSTI ALLA SANITA' SI CONCRETIZZERANNO IN MENO ASSISTENZA E PIU' LUNGHE LISTE D'ATTESA"
Per l'Ospedale di Cremona le ricadute derivanti dall'aggiornamento delle Regole di sistema 2011 che la Giunta ha effettuato a fine luglio non sono indolori. Precisamente si prevedono un taglio dell'1% sul budget dei ricoveri che concretamente significa -740mila euro e un taglio del 4% sui rimborsi di diagnostica e ambulatoriale (che in teoria dovrebbero essere coperti dal nuovo ticket) ossia circa 1 milione 120mila euro. Gli stessi tagli riguarderanno anche l'Ospedale Maggiore di Crema.

"Senza voler fare degli allarmismi ma per essere concreti un taglio da quasi 2 milioni di euro spalmato tra decurtazione al budget per i ricoveri e decurtazione alla diagnostica non può che provocare nell'immediato un allungamento delle liste d'attesa per gli esami e per i ricoveri - dice il consigliere del Pd Agostino Alloni - In aggiunta a questi 2 tagli lineari la Regione mette un tetto anche alla somministrazione da parte degli ospedali dei  farmaci ad alta complessità, quelli cioè che che si usano per patologie gravi come i chemioterapici ad esempio e per alcune terapie come la dialisi e la radioterapia. Difficile dunque ipotizzare, come sostiene il direttore generale dell'AO che le prestazioni rimarranno le stesse e sarà sufficiente ridurre un po' i costi sul materiale sanitario".

Milano, 20 ottobre 2011

1199 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Utin Signoroni apre la vertenza Sanità con l’assessore Gallera della  Regione Lombardia

Utin Signoroni apre la vertenza Sanità con l’assessore Gallera della Regione Lombardia

Nel documento il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni ha presentato ieri all'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, giunto a Cremona, su invito del presidente stesso apre la vertenza ‘Sanita’ , per affrontare nel merito la questione del reparto di terapia neonatale intensiva Utin ed altri aspetti legati all’Asst di Crema ed all’Ospedale Oglio Po di Casalmaggiore.