Martedì, 25 gennaio 2022 - ore 22.04

TRAFFICO DI RIFIUTI, GIRO D’AFFARI DI 6 MILIONI DI EURO E SMALTIMENTO ANCHE NEL CREMONESE.

CODACONS: IN PERICOLO L’AMBIENTE E LA SALUTE DEI CITTADINI. ATTENDIAMO CON FIDUCIA L’ESITO DEL PROCESSO. LE CONDANNE SIANO ESEMPLARI. CITTADINI SEGNALATE!

| Scritto da Redazione
TRAFFICO DI RIFIUTI, GIRO D’AFFARI DI 6 MILIONI DI EURO E SMALTIMENTO ANCHE NEL CREMONESE.

Un’azienda di Castelleone riceveva rifiuti stoccandoli nel proprio deposito ma spacciandoli per argilla; per questo è finita nella maxi operazione condotta dalla Dia, dal Gruppo Carabinieri Forestale e la Sezione di P.G. della Procura di Brescia, che hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale e di decreto di sequestro preventivo, emessi dal Tribunale di Brescia, nei confronti di imprenditori operanti nel settore dei rifiuti. Secondo l’accusa gli indagati avevano creato una vera e propria filiera del riciclo dei rifiuti che aveva origine da un’azienda mantovana che ritirava fanghi industriali con l’obiettivo di trasformarli in similargilla. In realtà il trattamento non veniva effettuato e questi rimanevano rifiuti.

Codacons: “Il plauso del Codacons agli organi inquirenti e alle forze dell’Ordine che hanno ricostruito la trama di un imponente traffico di rifiuti che coinvolgeva il nostro territorio con pericolo di grave danno all’ambiente e alla salute dei cittadini. Ora non resta che attendere l’esito del processo con condanne auspicabilmente esemplari. Tuttavia c’è bisogno anche della collaborazione dei cittadini. E dunque il Codacons si appella ai cittadini affinchè denuncino senza remore piccoli e grandi episodi di criminalità ambientale. Per informazioni sul tema e segnalazioni contattare il Codacons all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com o al recapito 347.9619322”. 

389 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria