Domenica, 13 giugno 2021 - ore 12.37

AccaddeOggi 30 gennaio 1948 La morte del Mahatma Gandhi

Giornata scolastica della non-violenza e della pace

| Scritto da Redazione
AccaddeOggi  30 gennaio 1948 La morte del Mahatma Gandhi

AccaddeOggi  30 gennaio 1948 La morte del Mahatma Gandhi

Giornata scolastica della non-violenza e della pace

La Giornata scolastica della non-violenza e della pace (Dia Escolar de la No-violència i la Pau, in catalano-balearico, DENIP), è la giornata educativa istituita in Spagna, nel 1964, dal poeta, pedagogo e pacifista maiorchino Llorenç Vidal Vidal (Lorenzo Vidal Vidal). [

Si pratica il 30 gennaio di ogni anno, in occasione dell'anniversario della morte del Mahatma Gandhi, come punto di partenza per una educazione pacificatrice e non-violenta a carattere permanente.

Diffusa a livello internazionale, è praticata in molti paesi, anche in scuole italiane. Il messaggio da meditare è: Amore universale, non-violenza e pace. L'amore universale è meglio che l'egoismo, la non-violenza è meglio che la violenza e la pace è meglio che la guerra. Nei paesi con calendari scolastici dell'emisfero sud è tenuta il 30 marzo o uno qualsiasi dei giorni vicini. In Italia è stata diffusa e sostenuta da Antonino Drago (pacifista) (Università degli Studi di Napoli e Università di Pisa), dai filosofi e attivisti Aldo Capitini (Università di Perugia) e Lanza del Vasto (Comunità dell'Arca e discepolo diretto di Gandhi), dal Movimento Internazionale di Riconciliazione, ecc

La morte del Mahatma Gandhi

Il 30 gennaio 1948 muore a Nuova Delhi ucciso da un fanatico indù il "Mahatma" ("grande anima") Gandhi, uomo politico indiano, attivo durante la guerra di indipendenza.

Dopo aver studiato legge a Londra, si trasferì a lavorare in Sudafrica dove si occupò degli indiani immigrati. Fu proprio allora che Gandhi cominciò a utilizzare il suo metodo di protesta basato sulla resistenza passiva e sulla non violenza.

Tornato in India adottò una nuova forma di lotta politica contro gli inglesi colonizzatori, chiamata della “disobbedienza civile”, che consiste nel violare una norma per mettere in evidenza il suo carattere ingiusto.

383 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online