Sabato, 21 ottobre 2017 - ore 05.04

Rubriche News » Il Blog di Giancarlo Storti

Referendum Lombardo: è in gioco l'unità dei diritti Non andrò a votare di Gian Carlo Storti

Fra le tante motivazioni-condivisibili-che in molti hanno illustrato (vedi correlati) che invitano a votare No o a non partecipare al voto di domenica 22 sottolineo quella della Cgil-che ripropongo- che nel mentre ripropone un ‘assetto istituzionale fondato su un federalismo unitario e solidale’ sottolinea che questo non può frantumare i diritti, del lavoro e civili, ‘su tutto il territorio nazionale’.

Ieri mi sono messo in sciopero della fame a sostegno della legge sullo IUS SOLI di Gian Carlo Storti

Ieri, lunedì 9 ottobre, ho aderito- per un giorno- allo sciopero della fame a sostegno della legge sullo IUS SOLI. Questa iniziativa , promossa da alcuni parlamentari del Pd e rilanciata a Cremona dalla segreteria cittadina e sostenuta ad esempio anche da alcuni esponenti di Articolo 1 come Franco Bordo ha il solo scopo di premere sui gruppi parlamentari affinché la legge sia portata al voto in parlamento.

Cremona Al via le nuove Colonie Padane da sabato 23 settembre. Uno spazio per tutti? Di Gian Carlo Storti

Scrive Gianluca Galimberti sul suo profilo FB : ‘Una bellissima notizia per la città: un altro spazio recuperato. Sabato 23 settembre festa di fine lavori (per tutto il giorno) alle nuove Colonie Padane, restituite alla città dopo un profondo intervento di recupero e di restauro dell'immobile e del parco, sostenuto dalla Fondazione Giovanni e Luciana Arvedi, in collaborazione con il Comune di Cremona’

Gli idranti contro i rifugiati, mai più di Gian Carlo Storti

In alcuni momenti è necessario andare contro-corrente ed essere dalla parte dei più deboli. La FLC-CGIL ( sindaco scuola ) scrive : Quanto è accaduto a Roma deve essere una dura lezione per tutti, soprattutto per le istituzioni democratiche. Quello che abbiamo visto e che ha fatto inorridire il mondo intero, non deve ripetersi. Mai più".

Migranti. Ecco come aiutarli ‘a casa loro’ secondo il Ministro Minniti di Gian Carlo Storti

In una precedente noto ( vedi nei correlati) sono entrato in polemica ( per quel che può contare) con Renzi per quella assurda frase, tratta dal ‘sillabario leghista’ che dimostra la scarsa conoscenza del lessico –almeno riformista- per non perdere voti a sinistra. Ora toltomi questo ulteriore sassolino dalle scarpe passo ad una cosa più seria.

Attentato a Manchester : Mattarella scrive alla Regina Elisabetta

“In questi drammatici momenti – prosegue il Capo dello Stato – desidero farmi interprete dei più sinceri sentimenti di cordoglio di tutti gli italiani. I nostri pensieri sono rivolti alle famiglie delle vittime e accompagnano con partecipe solidarietà tutti i feriti, augurando loro un pronto ristabilimento. Con questi sentimenti, a nome dell’Italia e mio personale, rinnovo a lei, Maestà, e al Regno Unito le più sentite condoglianze”.

Finalmente tolto l’amianto dall’area ‘Orti’ di Borgo Loreto Cremona

Caro direttore le invio queste foto per evidenziare che finalmente, dopo anni di sollecitazione da parte dei cittadini e del comitato quartiere stanno pulendo l’area dei cosiddetti ‘Orti di Borgo Loreto’ dai rifiuti accumulati in tanti anni e dall’amianto che copriva la ‘baracca degli attrezzi’.

Dopo la vittoria di Renzi alle Primarie , quale PD? Di Gian Carlo Storti

La partecipazione di ‘solo’ 1800mila cittadini alle primarie del PD dimostrano che il perimetro politico di questo partito , negli ultimi anni, si è notevolmente ridotto, basti pensare al 40% delle europee ed al 27-28% che indicano i sondaggi ora. E dopo la vittoria di Renzi come sarà il PD?

Dopo un anno ricordiamo Franco Dolci intitolandogli un luogo di incontro | di Gian Carlo Storti

E’ un anno che il compagno Franco Dolci si è spento. Aveva 90 anni Un pilastro della sinistra cremonese. Un uomo tutto d’un pezzo che ha donato la sua vita al movimento operaio ed alla sinistra comunista. Verso la fine di aprile la sua imponente raccolta di documenti sarà donata dalla famiglia all’Archivio di Stato. La sua memoria non va dispersa . Quel periodo va studiato , rielaborato e trasmesso alle giovani generazioni. Per questo lancio la proposta che una istituzione gli intitoli un sala pubblica che sarà per sempre luogo di riflessione e di democrazia.

PD Verso le primarie del 30 aprile : Renzi, Orlando ed Emiliano in corsa per l’ultimo miglio.

Si è svolta oggi a Roma all'hotel Ergife la Convenzione del Pd che formalmente apre la sfida fra Renzi, Orlando e Emilianp che, tramite i gazebo delle primarie del 30 aprile e l'assemblea nazionale del 7 maggio, incoronerà il nuovo segretario del pd. All'assemblea ha partecipato il presidente del consiglio Gentiloni. Emiliano, operato al tallone d'achille dopo l'incidente dei giorni scorsi, si è collegato dall'ospedale di Foggia.

Per Cuperlo ‘la vera prova è ricostruire il centrosinistra di governo'. E Renzi non ha tenuto unito il PD

Ripropongo alcune frasi di Gianni Cuperlo- che nella campagna congressuale del PD sostiene Orlando- che mi fanno riflettere e che mi lasciano presagire che nonostante la vittoria di Renzi che si profila con nettezza il dibattito all’interno di questo partito non si sia chiuso con l’uscita di Speranza , Rossi ed altri. Il tema srà quale alleanze o larghe intese o un centro sinistra allargato. Ed il non ho dubbi: va ricostruito un centro sinistra di governo.

Voucher, appalti e articolo 18 : la Cgil Vince 2 a 1 con il Governo di Gian Carlo Storti

Insomma ogni tanto qualche soddisfazione. La Cgil in questo ultimo anno è riuscita a porre al centro dell’agenda politica il tema del lavoro con la raccolta di firme su tre referendum abrogativi ( articolo 18, appalti e voucher) e la proposta di leggere sulla nuova Carta dei Diritti dei Lavoratori. La partita di andata si chiude 2 a 1 per la Cgil. Ora nella partita di ritorno sarà necessario lavorare per l’approvazione del nuovo statuto dei lavoratori.Il referendum del 28 maggio non ci sarà più.

Minzolini non decade . Questa notizia mi ha turbato di Gian Carlo Storti

Con 137 sì, 94 no e 20 astenuti, il Senato ha approvato un ordine del giorno presentato da Caliendo (Forza Italia), che respinge la proposta presentata dalla Giunta per le elezioni di dichiarare decaduto il senatore Augusto Minzolini, condannato per peculato, in base alla legge Severino.