Giovedì, 23 novembre 2017 - ore 00.57

Rubriche News » Pianeta Migranti

Storie di persone e di paesi a cura di Pax Christi Cremona

Pianeta migranti. Fondi per la cooperazione con i paesi africani alle motovedette libiche.

L’ASGI (Associazione studi giuridici sull’immigrazione) ha impugnato davanti al Tribunale Amministrativo del Lazio il Decreto con il quale il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale ha accordato al Ministero dell’Interno un finanziamento di 2 milioni e mezzo di euro per la rimessa in efficienza di 4 motovedette libiche per respingere i migranti.

Pianeta Migranti. A Gorizia i rifugiati espulsi dai Paesi europei

Al grido “Polonia pura, Polonia bianca”, “fuori i rifugiati”, decine di migliaia di polacchi hanno celebrato la festa della loro indipendenza con vaneggiamenti nazisti nel cuore d’Europa. In realtà la Polonia non ospita migranti nordafricani o arabi perché li respinge. E i respinti, costretti a vagare tra un confine e l’altro arrivano anche in Friuli Venezia Giulia.

Pianeta Migranti. Come li aiutiamo a casa loro in Africa.

In Etiopia, nella valle del fiume Omo, riconosciuta dall’Unesco come patrimonio dell’umanità, le imprese italiane -Salini -Impregilo in testa- stanno costruendo mega dighe che distruggono l’ambiente e cacciano via le popolazioni locali. Se poi i fuggiaschi arrivano alle coste del Mediterraneo, ipocritamente, li definiamo migranti economici e li respingiamo.

Pianeta Migranti. Umani e disumani. La lezione di un parroco.

Don Massimo Biancalani, parroco di Vicofaro (Pistoia), lo scorso luglio è stato multato per non aver comunicato entro 48 ore alla Prefettura di ospitare in parrocchia un giovane ghaneano. Ha replicato: “Noi non siamo un albergo ma una comunità. Io devo aprire le porte. Me lo dettano la mia coscienza e i miei riferimenti etici.”

Pianeta Migranti. Diventare tutore di un minore non accompagnato.

In Lombardia sono più di 300 gli aspiranti tutori. Si fanno carico della rappresentanza giuridica del ragazzo e vigilano sul suo benessere. I minori trovano aiuto e affetto in adulti che si prestano a un importante compito umano e civile: costruire la società a colori del futuro.

Pianeta migranti. Se chiudi una rotta se ne apre un’altra.

Non si fermano coi respingimenti e i muri. Occorrono politiche adeguate. Ora scappano dalla Libia lungo la rotta della Tunisia. Il naufragio di un barcone speronato da una nave militare tunisina, con decine tra morti e dispersi, conferma l'aumento di migranti lungo una nuova rotta.

Pianeta migranti. Giochi di violenza sui minori lungo la rotta balcanica.

Il recente rapporto di Medici senza frontiere “ Giochi di violenza” denuncia le quotidiane brutalità subite dai minori migranti da parte della polizia di frontiera ai confini della Serbia con l’Ungheria, la Bulgaria e la Croazia, tutti e tre membri dell’UE.

Pianeta migranti. Accoglienza che funziona

Con la cooperativa Camelot, 118 persone si sono candidate ad aprire le porte di casa propria per accogliere un rifugiato. Sono 28 le esperienze di accoglienza attivate, per una durata di 6/9 mesi. I nove ragazzi che hanno terminato il percorso ora hanno una casa loro, spesso un lavoro: storie di integrazione riuscita, presentate anche al Parlamento Europeo

Pianeta Migranti. Quel patto scellerato Italia-Libia

Presa di posizione della Conferenza degli istituti missionari italiani (CIMI) contro le politiche dell’Italia per fermare i migranti in Libia e contro la criminalizzazione delle ong. Chiedono l’apertura di corridoi umanitari per chi fugge dalle guerre e una seria politica economica verso i paesi da cui provengono i migranti economici.

Pianeta migranti. Meno morti nel Mediterraneo e più morti nel deserto

Il deserto del Sahara è teatro di una tragedia internazionale. Centinaia di migranti vengono abbandonati nelle sabbie infuocate senza acqua né cibo. Fuori dallo sguardo dei media. E’l’effetto delle politiche europee di esternalizzare il controllo delle frontiere al sud della Libia.

Pianeta Migranti. Roma, etiopi ed eritrei cacciati nelle periferie.

Piove sul bagnato perché le vittime sono sempre le stesse nel corso della storia. Al tempo del fascismo li abbiamo colonizzati con guerre devastanti per cercarci “il posto al sole”. Oggi, li sgomberiamo con le cariche della polizia anche se hanno lo status di rifugiato e il diritto all’accoglienza e alla protezione.

Pianeta migranti. Libia campo di sterminio e mercato di migranti.

In Libia una solida filiera di complicità criminale. La tortura di massa praticata da svariati aguzzini: bande e organizzazioni criminali, milizie armate e anche coloro che dovrebbero rappresentare quello Stato che ha firmato gli accordi con l’Italia, ossia poliziotti e militari. La compra e vendita di migranti per 200-500 dollari vede in primo piano dei fedelissimi del premier Sarraj.

Pianeta Migranti. Mediterraneo mare di ponti non di morti

Centinaia di giovani provenienti da vari Paesi d'Europa e del Mediterraneo, di diverse culture e diverso orientamento religioso, a ferragosto animeranno quattro giornate per riflettere su grandi temi condivisi e scriveranno la Carta di Leuca un documento politico rivolto ai governi.

Pianeta migranti. Emergenza profughi a Milano?

I titoli dei grandi quotidiani sono eloquenti: “mai tanti migranti a Milano”. In una nota-stampa diramata dal comune del capoluogo lombardo si parla di 6.011 profughi attualmente in città. Bastano 6mila presenze in più, in una città di 1milione e 3mila abitanti, per parlare di “emergenza”?

Pianeta migranti. Le navi italiane in Libia strategia fallimentare

La decisione europea di contrastare il traffico di esseri umani e impedire le partenze dalla Libia ha reso i viaggi in mare ancora più pericolosi e aumentato i tassi di mortalità in mare dallo 0,89% della seconda metà del 2015 al 2,7 % del 2017. Ormai non conta salvare persone ma respingerle.

Pianeta migranti. Basta rapinarli a casa loro

Dopo secoli di sfruttamento coloniale e post coloniale delle loro terre ora si punta sull' aiuto allo sviluppo e sulla cooperazione internazionale per fermarli. Ma non si cerca di cambiare quelle politiche economiche e commerciali che li hanno saccheggiati a casa loro e che continuano a farlo anche oggi

Pianeta Migranti. L’aiuto negato a casa loro

Le forze politiche che gridano di più “aiutiamoli a casa loro” quando erano al governo hanno fatto i tagli maggiori alla cooperazione internazionale. I migranti economici che oggi arrivano sulle nostre coste sono il frutto del mancato aiuto di allora. E’ troppo tardi per invocare -adesso- politiche di aiuto negate in passato.

Pianeta migranti. Libia scaricabarile dell’Europa.

L’Italia e l’Europa non ce la fanno a contenere i flussi. Invece la Libia sì. Precipitata nel caos politico, economico e militare dal 2011, non ha ratificato la convenzione di Ginevra sui rifugiati e non ha un sistema d’asilo funzionate. Ha tutti i requisiti per diventare un grande hub-mattatoio che fermerà i flussi.

Pianeta Migranti. Limitare le Ong per fermare gli sbarchi

L’Italia, lasciata sola ad affrontare gli sbarchi dei migranti, prima propone di chiudere i porti alle navi delle Ong straniere, contravvenendo alle norme del Diritto internazionale, poi fa accordi con Germania e Francia per restringerne l’azione. Siamo arrivati alla politica migratoria della deriva in mare e dei vuoti a perdere.

Pianeta migranti. Taxi o ospedali del mare?

Per chi vuol essere informato davvero e non si accontenta delle voci e delle pseudonotizie di chi parla e straparla di migrazioni senza conoscere i fatti.