Martedì, 26 marzo 2019 - ore 08.52

AL CINEMA FILO LGH PRESENTATO A RAGAZZE E RAGAZZI DELLE SCUOLE SUPERIORI ‘SOLSTIZIO D’INVERNO’

IL CINEMA PER PARLARE ALLE NUOVE GENERAZIONI DALLA PROIEZIONE DEL CORTOMETRAGGIO AL DIBATTITO PER AVVICINARE I GIOVANI AI TEMI DELL’ECONOMIA CIRCOLARE, DEL RICICLO E DELL’UTILIZZO VIRTUOSO DELLE RISORSE

| Scritto da Redazione
AL CINEMA FILO LGH PRESENTATO A RAGAZZE E RAGAZZI DELLE SCUOLE SUPERIORI ‘SOLSTIZIO D’INVERNO’ AL CINEMA FILO LGH PRESENTATO A RAGAZZE E RAGAZZI DELLE SCUOLE SUPERIORI ‘SOLSTIZIO D’INVERNO’

AL CINEMA FILO LGH PRESENTATO A RAGAZZE E RAGAZZI DELLE SCUOLE SUPERIORI ‘SOLSTIZIO D’INVERNO’

IL CINEMA PER PARLARE ALLE NUOVE GENERAZIONI  DALLA PROIEZIONE DEL CORTOMETRAGGIO AL DIBATTITO PER AVVICINARE I GIOVANI AI TEMI DELL’ECONOMIA CIRCOLARE, DEL RICICLO E DELL’UTILIZZO VIRTUOSO DELLE RISORSE

Si è tenuta oggi, 14 marzo, presso il Cinema Teatro Filo di Cremona, la proiezione evento dedicata alle ragazze a ai ragazzi delle scuole superiori di Solstizio d’Inverno, cortometraggio firmato da Alessandra Pescetta e realizzata grazie al contributo di LGH.

L’opera, che affronta con la forza del linguaggio cinematografico temi di grande attualità come economia circolare, raccolta differenziata e abbandono dei rifiuti, è stata presentata a circa 200 studenti provenienti dal Liceo Classico “Manin” e dall’IIS “Einaudi”. Dopo le proiezioni, i giovani hanno avuto l’occasione di discutere degli importanti argomenti che sono al centro della pellicola con Alessandra Pescetta, Regista e sceneggiatrice di Solstizio d’Inverno, che ha animato il dibattito insieme a Gianluca Galimberti, Sindaco di Cremona, e Gerardo Paloschi, Direttore Sviluppo Territoriale LGH. Presenti inoltre la Presidente ed il Direttore di Linea Gestioni Cristina Carminati e Primo Podestà.

Al centro del cortometraggio è il personaggio di Bahar. La giovane protagonista lavora in un ristorante di una cittadina del Nord Italia, dove affronta quotidianamente le pressioni del suo superiore, che trova continui pretesti per rimproverarla sostenendo che faccia errori nella raccolta differenziata. Per reazione sviluppa una tale attenzione nel suo lavoro da non poter far a meno di occuparsi anche di quello che accade fuori dal ristorante. Così, dalla spazzatura lasciata in strada da ignoti, cominciano ad affiorare ricorrenti pezzi di una affascinante scultura. Come in un puzzle, Bahar li farà combaciare, ridando vita ad un oggetto che svelerà anche l’identità di chi abbandona i rifiuti. La nuova vita di vecchi oggetti, ormai considerati inutili, si fa così metafora di una possibilità di rinascita, anche per le persone.

“Fin dal principio abbiamo creduto in Solstizio d’Inverno come progetto artistico e come strumento innovativo per la sensibilizzazione delle giovani generazioni verso l’importanza di temi come il riciclo, l’economia circolare, e più in generale lo sviluppo sostenibile”, ha dichiarato Gerardo Paloschi, Direttore Sviluppo Territoriale LGH. “Portarlo oggi alle ragazze e ai ragazzi delle scuole superiori, farne elemento di dibattito insieme a loro, è stato lo sbocco naturale per un’opera che parla al cuore e alle menti di ciascuno di noi, chiamandoci ad agire in prima persona per porre le basi di un futuro in cui le attività e il progresso umano siano sempre in armonia con il rispetto del territorio e delle risorse naturali”.

La proiezione evento di Solstizio d’Inverno dedicati ai ragazze e ragazzi del “Manin” e dell’”Einaudi” fa parte del recente impegno di LGH a estendere i propri progetti didattici, in passato prevalentemente rivolti alle scuole elementari e medie, anche agli studenti delle scuole superiori dei Comuni serviti.

198 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online