Mercoledì, 22 maggio 2024 - ore 09.53

ASST Crema Chiude Hub vaccinale - Gastroscopia di qualità

Chiude l’hub vaccinale presso l’ex tribunale. Gastroscopia di qualità due giorni di formazione ‘internazionale’

| Scritto da Redazione
ASST Crema Chiude Hub vaccinale - Gastroscopia di qualità ASST Crema Chiude Hub vaccinale - Gastroscopia di qualità

ASST Crema Chiude Hub vaccinale - Gastroscopia di qualità

Chiude l’hub vaccinale presso l’ex tribunale. Gastroscopia di qualità due giorni di formazione ‘internazionale’

In ottemperanza a quanto richiesto da Regione Lombardia e in considerazione del marginale numero di utenti, l’Asst di Crema, dal prossimo 6 marzo, ha previsto la rimodulazione dell’attività vaccinale anti Covid. Verrà interrotta presso il presidio dell’ex tribunale e verrà trasferita presso il centro vaccinale di Asst Crema (via Largo Dossena n.2, poliambulatori ingresso 3) secondo i seguenti orari: martedì, giovedì e venerdì dalle ore 14 alle ore 16. I posti disponibili saranno 60 a settimana, al fine di garantire attività anche nel caso di incremento rispetto all’attuale domanda di circa 30 somministrazioni a settimana. Accesso su prenotazione attraverso il portale regionale o chiamando il numero 800894545.

Nel caso di consistente incremento della domanda verrà valutata la possibilità di trasferimento presso l’ex Tribunale, per cui Asst ha una convenzione con il comune di Crema fino al 30 giugno.

Per la settimana da lunedì 27 febbraio a domenica 5 marzo, l’unica apertura è prevista presso l’ex Tribunale venerdì 3 marzo dalle 14 alle 20. Dal direttore generale Ida Ramponi sono giunti ringraziamenti all’amministrazione comunale “per la costante e preziosa collaborazione”.

--------------

Gastroscopia di qualità, a Crema due giorni di formazione ‘internazionale’

Presso il Maggiore di Crema il quinto corso internazionale Gastroquality,organizzato dall’unità operativa cremasca diretta da Elisabetta Buscarini.

“Serve fare formazione per consentire una diagnosi precoce delle lesioni neoplastiche dello stomaco”.

Con lo scopo di “diffondere la cultura, purtroppo ancora carente nel mondo occidentale, dell’esecuzione di una eccellente gastroscopia che può permettere di individuare lesioni dello stomaco anche in fase molto precoce” si è tenuto giovedì 23 e venerdì 24 febbraio presso l’ospedale Maggiore di Crema il quinto corso internazionale Gastroquality, dedicato alla diffusione della qualità per l’endoscopia del tratto digestivo superiore. Organizzato dal team di gastroenterologia del Maggiore di Crema, unità operativa diretta dalla professoressa Elisabetta Buscarini, ha visto giungere in sala Polenghi discenti italiani ed europei.

Coordinata da Guido Manfredi, l’iniziativa ha previsto lezioni frontali, sessioni di casi video da discutere insieme e la partecipazione di ogni iscritto ad esami endoscopici sul tema trattato nel corso. “Un’occasione importante per assistere allo svolgimento degli esami eseguiti dalla nostra equipe e maturare una buona conoscenza su temi importanti come sono quelli della diagnostica precoce delle lesioni preneoplastiche dello stomaco e della ricerca di lesioni neoplastiche precoci”.

Ad accompagnare i discenti in questa esperienza, oltre a Manfredi e Buscarini, anche i dottori Saverio Alicante, Samanta Romeo , Roberto Berté , Elena Iiritano, Claudio Londoni della Gastroenterologia di Crema, il dottor Djogo Libanio della Gastroenterologia di Porto, Portogallo (centro con una particolare specializzazione sulla diagnostica precoce del tumore dello stomaco), il dottor Gianluca Esposito della gastroenterologia dell’ospedale Sant’Andrea di Roma.

Importante anche l’apporto del team infermieristico composto dalla coordinatrice Paola Griffanti e dagli infermieri Simona Guerini Rocco, Francesca Tintori, Chiara Costenaro, e Sandro Simonelli. “Una bella esperienza – ha detto Buscarini al termine della seconda giornata di lavori, che ha riscosso successo tra i partecipanti”

455 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online