Mercoledì, 19 gennaio 2022 - ore 12.04

Attilio Galmozzi (Crema) Riflessioni su intervista di Nicola Zingaretti

Mi imbatto in un po' di cronaca quotidiana de "La Stampa" e mi imbatto in una lunga intervista di Nicola Zingaretti.

| Scritto da Redazione
Attilio Galmozzi (Crema) Riflessioni su intervista di Nicola Zingaretti

Attilio Galmozzi (Crema) Riflessioni su intervista di Nicola Zingaretti

Oggi piove, la spiaggia è semideserta e il mare tende all'incazzato andante..

Mi imbatto in un po' di cronaca quotidiana de "La Stampa" e mi imbatto in una lunga intervista di Nicola Zingaretti.

Tocca il tema Sanità, tra i vari temi. Invoca la necessità di utilizzare fondi del MES per liberare risorse necessarie, ora, per rilanciare un sistema sanitario..

Troppe poche righe, Zingaretti. Servono meno slogan e più "praticità". 20 sistemi sanitari regionali che parlano 20 lingue diverse non vanno bene. Troppe poche risorse per la medicina territoriale, di prossimità. Che invece deve diventare il fulcro. Si risparmia ospedalizzazione inutile, esami diagnostici a tonnellate, errori. Serve prevenzione sui territori, servono due canali: una medicina di livello leggero, fuori dagli ospedali, una complessa che sta dentro. Più risorse sono indiscutibilmente necessarie, ma vanno spese bene. Serve più personale, più formazione, più diagnostica precoce. Bisogna abbandonare , qui sta la riflessione, modelli che non hanno funzionato. Il concerto della medicina territoriale fondata solo sul rapporto di fiducia medico-paziente va rivista, va rivisto l'accesso ai presidi ospedalieri e ai Pronto Soccorso, un accesso più rapido ad una diagnostica di base direttamente nei Presidi Territoriali, integrazione fra territorio e ospedale "alla pari" perché nessuno dei due deve pagare l'eventuale inefficienza dell'altro.

Non fate scelte a tavolino, ascoltate i territori, specie quelli che hanno pagato il prezzo più alto. Forse ne usciremo rafforzati.. forse..

520 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online