Mercoledì, 03 giugno 2020 - ore 21.04

Casalmaggiore Enrico Bertolino allo Zenith: data spostata l’8 febbraio 2020

ENRICO BERTOLINO in INSTANT THEATRE CIRCO MINIMO 2019/2020 Quando narrazione, attualità, umorismo, storia, costume, cronaca, comicità, politica e satira si incontrano sulle assi di un palcoscenico.

| Scritto da Redazione
Casalmaggiore Enrico Bertolino allo Zenith: data spostata l’8 febbraio 2020

Casalmaggiore Enrico Bertolino allo Zenith: data spostata l’8 febbraio 2020

 ENRICO BERTOLINO in  INSTANT THEATRE CIRCO MINIMO 2019/2020 Quando narrazione, attualità, umorismo, storia, costume, cronaca, comicità, politica e satira si incontrano sulle assi di un palcoscenico.

 ENRICO BERTOLINO – Teatro Zenith Casalmaggiore DATA SPOSTATA 8 febbraio 2020

Si informa che lo spettacolo di Enrico Bertolino previsto per il giorno 13 dicembre al Teatro Zenith di Casalmaggiore (CR) viene rinviato al giorno 8 febbraio 2020.

I biglietti acquistati restano validi per la nuova data. Coloro che desiderano in ogni caso richiedere il rimborso del biglietto possono farlo entro e non oltre il giorno 31 dicembre 2019:

- Se l’acquisto è stato effettuato in un Punto Vendita è possibile chiedere il rimborso del biglietto presso lo stesso Punto Vendita consegnando i biglietti in originale.

- Se l’acquisto è stato effettuato on line o tramite call center TicketOne, il customer service invierà una e mail ai clienti contenente i dettagli

 Enrico Bertolino ha iniziato da oltre tre anni a cimentarsi in una formula teatrale innovativa, ideata insieme a Luca Bottura, e portata con successo nei teatri delle principali città italiane. Si tratta dell’Instant theatre, spettacolo in cui narrazione, attualità, umorismo, storia, costume, cronaca, comicità, politica e satira si incontrano sulle assi di un palcoscenico.

 Quest’anno lo spettacolo aggiunge il sottotitolo Circo Minimo, a rievocare il Circo Massimo capitolino, che diviene metafora del Parlamento e della scena politica, i cui protagonisti si cimentano in acrobazie da circensi esperti. Ogni politico viene paragonato ad un fenomeno da baraccone diverso: ad esempio Giuseppe Conte era l’Uomo Invisibile e ora ha sviluppato il potere dello sdoppiamento (con il Governo Conte 1 e Conte 2).

 Il teatro diventa sempre più luogo di informazione satirica strettamente legata all’attualità, con nuove riflessioni legate all’ambiente. Lo spettacolo si costruisce come un percorso di conoscenza di un tema politico o sociale, un “tutorial” col sorriso sulle labbra, particolarmente indicato per chi, come lo stesso Bertolino, gronda certezze e dubbi equamente ripartiti. Novanta minuti per chiarirsi le proprie convinzioni e farsene delle nuove.

 È possibile adattare l’esperimento ai più svariati temi del dibattito pubblico nazionale o locale attraverso un sapiente lavoro autorale svolto a tre mani da Enrico Bertolino, Luca Bottura e Massimo Navone che ne cura anche la regia.

Enrico Bertolino, nella triplice veste di comico, narratore ed esperto di comunicazione, passa sotto la sua lente ironica alcuni temi di attualità politica, sociale e di costume, inducendo gli spettatori alla riflessione, dando nuovi spunti per mettere maggiormente a fuoco il tema dello spettacolo.

La fase conclusive dello spettacolo è rappresentata dalla “Rassegna stampa”, un’intramuscolo di satira pura con la rivisitazione delle prima pagine dei maggiori quotidiani italiani che potrebbero essere in edicola il giorno successivo.

A seconda dei temi trattati e dello sviluppo dello spettacolo la formula dell’Instant theatre può prevedere anche un momento dedicato alle interviste. Uno o due personaggi di spicco del mondo della politica, della società o della cultura con un forte legame con la città ospitante, solitamente portatori di convinzioni contrapposte, saranno intervistati da Enrico Bertolino, Un faccia a faccia semiserio dove trovano spazio l’ironia ma anche riflessioni puntuali su argomenti di attualità o sui temi trattati nel corso del monologo.

Il pubblico in sala ha quindi la possibilità di passare dall’ascolto del monologo all’interazione dell’intervista al fine di ampliare la propria consapevolezza sui temi dell’attualità.

 La formula dell’Instant theatre è stata sperimentata con successo in momenti salienti della politica italiana.

Il debutto, avvenuto con lo spettacolo Vota tu! (che a me vien da ridere) in occasione delle elezioni amministrative milanesi del giugno 2016, ha visto salire sul palco del Teatro Nuovo di Milano i due candidati sindaci Giuseppe Sala e Stefano Parisi.

Successivamente, nell’ottobre e nel novembre 2016 con lo spettacolo Perché boh - Guida comica allo sfruttamento della Costituzione, Enrico Bertolino ha affrontato il tema del referendum costituzionale del 4 dicembre invitando sul palco il Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e il Sottosegretario allo Sviluppo economico Ivan Scalfarotto (sostenitori del Sì) e il leader della Lega Nord Matteo Salvini e l’On. Stefano Fassina (sostenitori del No).

 Bertolino è tornato al Teatro Nuovo di Milano con lo spettacolo Le due giornate di Milano. Protagonista dello spettacolo proprio il capoluogo lombardo: storia, attualità, stranezze e contraddizioni di una città che cambia per rimanere sempre la stessa. A corollario di quanto raccontato nella prima parte dello spettacolo. Sono stati ospiti l’ex Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, nella prima giornata, mentre nella seconda sono saliti sul palco due simboli sportivi indissolubilmente legati alla città come Demetrio Albertini, illuminante centrocampista del Milan per oltre un decennio e Beppe Bergomi, pilastro della difesa dell’Inter per ben vent’anni.

 Nei mesi precedenti alle elezioni politiche del marzo 2018 Bertolino ha portato in scena di diverse città italiane (Roma, Milano, Torino, Genova, Lecce, Bologna e Verona) il nuovo spettacolo di instant theatre  intitolato Di Male in Seggio, che, prendendo spunto da alcune suggestioni lanciate da Zygmunt Bauman, il filosofo polacco teorico della società liquida scomparso ad inizio 2017, fotografa con la consueta ironia la nostra vita, le assurdità dei nostri gesti quotidiani, a partire dalla sindrome da smartphone, per raccontare l’evoluzione (o involuzione) della società moderna.

 In vista delle Europee 2019 invece lo spettacolo N€UROSCETTICI ha messo a fuoco vizi e virtù degli eletti e degli elettori, momenti topici di una campagna elettorale molto combattuta, e incursioni satiriche che spaziano dalla stretta attualità ai fenomeni sociali e di costume.

Sul palco, a scandire i diversi momenti dello spettacolo e ad accompagnare lo stand up comedian milanese nelle sue performance musicali, ci saranno i polistrumentisti Roberto Antonio Dibitonto e Tiziano Cannas Aghedu con musiche originali e altre tratte dal grande repertorio della musica leggera italiana.

 Instant theatre è uno spettacolo prodotto da ITC2000, nato da un’idea di Enrico Bertolino e Luca Bottura, scritto insieme a Massimo Navone, che ne cura anche la regia, con la collaborazione di Enrico Nocera.

 Biglietti in vendita su Ticketone

Per info: 0376 1590869 - boxofficemantova@gmail.com

1646 visite

Enrico Bertolino allo Zenith

08 Febbraio 2020 20:30 - 23:00
Casalmaggiore

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online