Lunedì, 25 ottobre 2021 - ore 19.40

Chi è Fostine Desalu? Nato a Casalmaggiore il 1994 e cittadino italiano dal 2012

Filippo Bongiovanni sindaco: Come sportivo e come sindaco provo una soddisfazione immensa. Organizzeremo una grande festa al suo rientro.

| Scritto da Redazione
Chi è  Fostine Desalu? Nato a Casalmaggiore il 1994 e cittadino italiano dal 2012

Chi è Eseosa Fostine Desalu? Nato a Casalmaggiore il 1994 ,cittadino italiano dal 2012

Eseosa Fostine Desalu, detto Fausto, è nato a Casalmaggiore (Cremona) nel 1994 da una famiglia nigeriana ed è diventato cittadino italiano quando ha compiuto 18 anni, nel 2012. È specialista dei 200 metri e ha giocato da piccolo a calcio, ma è passato presto all’atletica. Nel 2016 ha corso i 200 metri in 20,31 secondi, terzo miglior tempo italiano di sempre dietro Pietro Mennea e Andrew Howe, poi nel 2018 si è migliorato ancora scendendo a 20,13, secondo miglior tempo italiano. Sempre nel 2018 aveva vinto la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo, correndo i 200 metri in 20,25 secondi.

In queste ore si parla molto del velocista italiano di origine nigeriane che alle Olimpiadi di Tokyo2020 si sta togliendo grandi soddisfazioni. Insieme a Lorenzo Patta, Marcell Jacobs e Filippo Tortu, nella staffetta 4×100 maschile, ha conquistato un terzo posto nella batteria, ottenendo così il pass con il tempo di 37”95. Eseosa Fostine Desalu, dunque, ha contribuito a piazzare un nuovo record italiano di assoluto prestigio. Ma andiamo a scoprire qualcosa in più sul classe 1994, cresciuto in quel di Breda Cisoni fino a diciassette anni. Il suo debutto tra i “grandi” arriva nel marzo 2012, quando prende parte al triangolare Italia, Francia, Germania. L’atleta per la prima volta corre i duecento metri indoor e si piazza al quarto posto con 21″81.

Sempre nel 2012 Eseosa Fostine Desalu gioca ai Mondiali juniores a Barcellona nei 200 m e rimedia una squalifica per invasione di corsia dopo aver passato il turno in batteria. Il 2017 è l’anno più sfortunato della sua carriera, a causa di un infortunio, che non gli consente di accedere alla qualificazione per i mondiali di Londra. Per Desalu la stagione è praticamente compromessa, anche se riesce ad imporsi nei duecento m piani a Trieste con 20″32 e il vento a favore di 2,2 m/s che non rende il tempo omologabile

Dicono di lui

Filippo Bongiovanni sindaco di Casalmaggiore :«Incredibile, incredibile, incredibile. Provo una gioia per un’impresa che onestamente non era prevedibile. Un risultato davvero insperato allavigilia della sua partenza per  Tokyo. Dopo la splendida qualificazione in finale una medaglia sembrava possibile ma l’oro era insperato. Come sportivo e come sindaco provo una soddisfazione immensa. Organizzeremo una grande festa al suo rientro.

L’Ex Sindaco  di Casalmaggiore Claudio Silla  : “Una delle date che Fausto Desalu ricorderà più volentieri, dopo quella straordinaria di ieri, sarà  martedì 21 febbraio 2012. Nella sala consiliare di Casalmaggiore, quel giorno, si svolse la cerimonia che sancì ufficialmente l’assegnazione della cittadinanza italiana al campione. E una immagine è rimasta nelle menti di molti: la bandiera tricolore posata sulle spalle del giovanissimo , affiancato da mamma Veronica Ibi, per la foto ricordo. Per la nostra comunità questo momento è un motivo di orgoglio “

Carlo Stassano, presidente della A.S.D. Interflumina èPiù : ‘Ci abbiamo sempre creduto. L’or o di Fausto Desalu alle Olimpiadi di Tokyo, per chi lo ha visto crescere e accompagnato agli inizi della sua carriera sportiva, è qualcosa di cui essere orgogliosi e anche prendersi più di una soddisfazione. Quel risultato storico, infatti, è cominciato da lontano. Frutto di progettazione e lungimiranza; e anche di intuito. Sono felice nel rivedere quel bambino che ha mosso i primi passi a Casalmaggiore salire sul podio dei Giochi Olimpici

Calogero Tascarella , docente di Geografia a Viadana, ha avuto in classe per tre anni Fausto Des alu . «Dalla terza alla quinta all’Istituto tecnico commerciale. Infatti Fausto è ragioniere. Ricordo bene quegli anni. Il talento di Fausto era stato scoperto dal professor Gian Giacomo Contini che lo avevaportato ad allenarsi all’At letica Interflumina. E il professor Carlo Stassano si era speso tanto, all’epoca, per lui. Lo veniva sempre a prendere quando doveva fare qualche allenamento. Che cosa si può dire di Fausto se non che è sempre stato un ragazzo molto corretto ed educato e soprattutto umile.

STEFANIA BONALDI  sindaco di Crema: «Ogni medaglia è una emozione incredibile, ma l’oro nella4x100 è leggendario».

GIANLUCA GALIMBERTI  sindaco di Cremona: «Grandissimo Desalu, viva Casalmaggiore, grandissima staffetta e Italia»

US CREMONESE Dalla sua pagina facebook fioccano i complimenti: «Soddisfazione per Desalu e l’Atletica Interflumina.Congratulazioni

1198 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online