Venerdì, 20 maggio 2022 - ore 13.16

Crema Deserta la gara per la piscina

Della Frera: "Subito azioni improntate ad efficienza e qualità da parte di SCS".

| Scritto da Redazione
Crema Deserta la gara per la piscina

Moro: "Approfondimento delle ragioni che hanno impedito la partecipazione e nuova gara in autunno". Scaduto questa mattina il termine per la presentazione delle domande nella gara per il subentro di SCS nella gestione del Centro Natatorio di Crema.  Nessuna delle tre realtà che avevano manifestato interesse nella prima fase di gara, dunque abilitata a formulare una proposta una volta emesso il bando definitivo, ha presentato la propria offerta.

“Prendiamo atto dell’andamento della gara, - ha commentato a caldo il consigliere incaricato allo sport Walter della Frera -  le cui criticità, peraltro ereditate dalle precedenti gestioni, ci erano ben note, nonostante negli ultimi due anni, grazie all’attuale amministrazione, va ricordato, i costi di Scs servizi locali siano stati notevolmente abbattuti.   Registriamo l’esito di questa gara e lavoriamo per il futuro. D’altra parte era indispensabile porre delle condizioni per noi irrinunciabili per tutelare un patrimonio e un servizio che riteniamo fondamentale per la nostra Città”.

"Con il Sindaco, abbiamo concordato di chiedere ad SCS di prendere immediatamente in mano le redini del Centro Natatorio, - continua Della Frera - per attivare interventi che da subito ne incrementino qualità ed efficienza”.

"Con il Comune di Crema avevamo annunciato, nella discussione che ha preceduto la gara, che avremmo esternalizzato il servizio ma che questo non sarebbe avvenuto ‘ad ogni costo’ -  aggiunge il Presidente di SCRP Pietro Moro - ; alludo in particolare al tema della salvaguardia dei dipendenti e del patrimonio strutturale della società, così come degli investimenti. Evidentemente ‘paletti’messi a tutela di questo servizio sono stati giudicati dalle società che si erano dette interessate troppo stringenti, ma è meglio procedere con prudenza e non "svendere" servizi importanti ed apprezzati come quello della Piscina Comunale".

La prospettiva è, come dichiarato anticipatamente, che al momento SCS SERVIZI LOCALI prosegua nella gestione del Centro, spronata dal Comune di Crema ad implementare qualità, efficienza e flessibilità nella conduzione della Piscina. Nelle prossime settimane si approfondiranno le ragioni per cui le tre realtà che si erano candidate a formulare la propria offerta nella prima fase di gara hanno invece disertato la seconda, decisiva, tappa. Due gli elementi delicati della partita: la gestione del personale dipendente (che SCRP ed Amministrazione Comunale hanno sempre comunque dichiarato di volere tutelare sino in fondo) e gli investimenti futuri da operare sull'impianto. Si tratterà di individuare un quadro probabilmente più adeguato al subentro nella gestione.

"In ogni caso non cambia la scelta di fondo di Amministrazione e SCRP - concludono Moro e Della Frera - Dopo gli approfondimenti e lo studio della situazione  l'intendimento resta quello dell’esternalizzazione”.

 

 

 

 

 

1494 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria