Martedì, 21 agosto 2018 - ore 00.08

Cremona Al campus del Politecnico 23 nuovi laureati in Ingegneria

Martedì 24 luglio sessione di laurea nel Polo di Cremona del Politecnico di Milano: 23 giovani hanno conseguito il titolo in Ingegneria. A partire dalle ore 14:30 le commissioni di laurea hanno esaminato le tesi e ascoltato le presentazioni dei candidati.

| Scritto da Redazione
 Cremona Al campus del Politecnico 23 nuovi laureati in Ingegneria  Cremona Al campus del Politecnico 23 nuovi laureati in Ingegneria

 Cremona Al campus del Politecnico 23 nuovi laureati in Ingegneria 

Martedì 24 luglio sessione di laurea nel Polo di Cremona del Politecnico di Milano: 23 giovani hanno conseguito il titolo in Ingegneria. A partire dalle ore 14:30 le commissioni di laurea hanno esaminato le tesi e ascoltato le presentazioni dei candidati.

 Molti laureandi, nonostante abbiano scelto di proseguire gli studi con la Laurea Magistrale, hanno deciso di fare comunque un’esperienza di stage in azienda perché hanno colto le opportunità offerte dal poter sperimentare sul campo le conoscenze apprese durante il percorso di studi, aggiungendo competenze professionali al proprio curriculum formativo e facendosi conoscere da importanti realtà aziendali.

Ente Scuola Edile Cremonese, Wonder S.p.A., modefinance Srl, EasyIT Italia S.r.l.s., Al Bacio S.r.l., Binary System S.r.l., Unione Lombarda dei Comuni di Piadena e Drizzona sono le aziende che hanno ospitato alcuni dei laureandi di questa sessione.

 Presso il Polo di Cremona, dal 1994 ad oggi, hanno conseguito il titolo in Ingegneria ben 1491 ragazzi che hanno trovato un’ottima collocazione nel mondo del lavoro.

 Le discussioni delle tesi sono pubbliche e questa è stata una buona occasione anche per i ragazzi che sono interessati ai Corsi in Ingegneria per valutare dai lavori presentati quali siano le attività richieste agli ingegneri da parte del mondo del lavoro. Gli studenti che aspirano a diventare ingegneri e non hanno ancora sostenuto il test di ammissione avranno un’ultima possibilità per entrare al Politecnico di Milano: gli ultimi test si svolgeranno il 27, 28 e 29 agosto, con iscrizioni dal 30 luglio al 23 agosto.

 In questa sessione emerge un dato di grande valore per il Campus di Cremona, che denota il raggiungimento di un importante obiettivo: ben l’83% dei neo ingegneri si laurea al terzo anno, quindi perfettamente in corso.

Questo risultato eccezionale nasce sicuramente dal connubio tra studenti particolarmente talentuosi e un Polo universitario che, grazie alle sue dimensioni, riesce a garantire un contatto diretto tra docenti e studenti e ad offrire un ambiente dove è più facile fare gruppo, affrontando insieme le difficoltà universitarie in modo da riuscire a laurearsi brillantemente e velocemente.

 Per Eleonora Baroni e Riccardo Pagnan, inoltre, la laurea non rappresenta solo il conseguimento di un titolo di studio, ma il compimento di un Percorso d’Eccellenza iniziato tre anni fa e portato a termine con grande impegno e ottimi risultati.

 L’iniziativa, ormai giunta all’undicesima edizione, prevede un percorso di formazione avanzata che include stage estivi presso importanti aziende, lezioni di inglese professionale, periodi di studio all’estero, incontri diretti con Top Manager, corsi di approfondimento su Business Planning, Project Management ed eBusiness. Inoltre per alcuni studenti al Percorso viene associato un premio in denaro di 5.000 Euro.

 Per l’anno accademico 2018/19 le nuove promettenti matricole hanno tempo fino al 28 settembre per presentare la domanda di ammissione ai Percorsi di Eccellenza compilando il form di adesione disponibile sul sito del Polo di Cremona (www.polo-cremona.polimi.it), nella sezione Essere Ammessi > Percorsi di Eccellenza.

 Fotografia delle due neolaureate intervistate (da sinistra, Marina ed Eleonora) e una foto di gruppo dei laureati.

-------------------

Intervista a Eleonora Baroni. Complimenti per questo traguardo raggiunto!

 

  1. Tre anni fa hai scelto di iscriverti ad Ingegneria Gestionale, le tue aspettative sono state soddisfatte?

Le mie aspettative sono state soddisfatte pienamente, anzi aggiungerei che il percorso si è rivelato sempre più interessante e stimolante nel tempo. Inoltre l’essere assegnataria del Percorso di Eccellenza ha contributo decisamente al mio percorso di crescita e all’arricchimento del mio bagaglio culturale e personale.

 

  1. Come assegnataria dei Percorsi di Eccellenza hai avuto la possibilità di svolgere ogni estate un tirocinio estivo, sono state utili queste esperienze?

Decisamente sì, penso che le esperienze lavorative siano fondamentali per il percorso di uno studente universitario, in quanto consentono di mettersi alla prova, di ampliare le proprie conoscenza teoriche e di iniziare a confrontarsi con il mondo del lavoro. Inoltre in questi anni ho realizzato tirocini in ambiti come servizi alle imprese e Pubblica Amministrazione, che mi hanno consentito di confrontarmi con professionisti di diversi settori, che hanno contribuito al mio arricchimento in termini di conoscenza e competenze.

 

  1. Sono nate collaborazioni che hai portato avanti dopo il periodo di tirocinio?

Certamente, sono ancora in contatto con differenti figure professionali con cui ho collaborato durante i percorsi di tirocinio. Inoltre, dall’ultimo tirocinio intrapreso al fine di valutare l’impatto potenziale della fusione di Enti Comunali, è scaturito un particolare interesse riguardo tale tema che mi ha portato a proseguire il progetto fino a Giugno 2018 con l’esito positivo del Referendum consultivo. Ho deciso inoltre di realizzare la tesi di laurea in merito a questo tema, studiando un nuovo approccio all’organizzazione dei servizi nell’ambito del processo di fusione di Enti Amministrativi.

 

  1. Che consiglio daresti a chi deve scegliere oggi il suo percorso universitario?

Trattandosi di una delle scelte più delicate da affrontare per un ragazzo, l’unico consiglio che mi sento di dare è intraprendere un percorso che pensiate possa darvi soddisfazione e che riesca a coniugare le vostre passioni con reali sbocchi lavorativi.

In merito alla scelta dell’Ateneo, penso che il Politecnico di Milano sia certo molto impegnativo, ma nello stesso tempo credo sia tra i migliori in grado di offrire un grado di preparazione al lavoro molto elevato e di conseguenza uno sbocco professionale di alto livello.

 

  1. Se dovessi indicare 3 aggettivi per descrivere questo percorso universitario quali sceglieresti?

Impegnativo, poichè si tratta di un percorso che richiede tempo e dedizione. Entusiasmante, in quanto l’affrontare le diverse sfide ed il superamento di ogni obiettivo mi ha consentito di crescere sia in termini professionali che personali. Gratificante perché è stato un percorso ricco di soddisfazioni.

 

  1. Quali sono le tue aspirazioni per il futuro?

La mia nuova sfida sarà affrontare il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale sempre al Politecnico di Milano. Pensando a possibili sbocchi professionali, al momento sono diversi i settori di interesse, dai servizi alle imprese e consulenza, alla Pubblica Amministrazione; inoltre in questi anni di studio è sempre più incrementato un interesse nei confronti delle tecnologie meccaniche.

 

  1. Ti salutiamo chiedendoti se c'è un momento particolarmente significativo di questi tre anni che ricordi con piacere e che vuoi condividere.

Uno tra i momenti che ricordo con più piacere è stato il giorno in cui io con il team di lavoro costituito da miei compagni di studio abbiamo presentato il nostro progetto con ottimi risultati. E’ stato l’esito di un percorso di confronto e di scontro, di lavoro in team, con dei momenti di difficoltà, ma anche di soddisfazione condivisa e di successo. E’ da queste occasioni che si riesce a percepire quanto sia importante nel nostro settore la capacità di lavorare in team al fine di raggiungere il medesimo obiettivo.

 

Grazie e ancora congratulazioni! In bocca al lupo per la tua carriera futura!

 

---------------------------

 

Intervista a Marina Nikolic (Ing. Informatica);

  1. Finalmente una donna che decide di studiare Ingegneria Informatica, quali sono le motivazioni della tua scelta?

 

In realtà, ho semplicemente deciso di studiare qualcosa che mi piace e ho avuto la fortuna di ricevere il sostegno della mia famiglia. La scelta di iscrivermi a Cremona è dovuta principalmente alle dimensioni contenute e alla struttura in generale (c’è molto spazio per studiare o rilassarsi tra una lezione e l’altra).

 

  1. Hai superato gli esami con esiti sempre ottimi, in molti casi eccellenti con tanto di lode, qual è il segreto per superare (brillantemente) gli esami?

 

Non credo ci siano veri e propri segreti. Per me, è stato fondamentale seguire le lezioni sia per comprendere meglio, che per darmi un ritmo di studio. È importante non pensare all’esame come un compitino da superare per ottenere i crediti per la laurea: bisogna cercare di capire quali siano le applicazioni dietro a ogni materia, lo scopo di ogni corso. Soprattutto a Ingegneria, le nozioni che impariamo all’università dovremo poi applicarle un domani nel mondo reale.

 

 

  1. Hai partecipato attivamente alla vita universitaria svolgendo l'attività di tutoring per gli studenti che avevano bisogno di un supporto nella preparazione degli esami, secondo te quali sono i punti di forza di questa attività?

 

Durante il primo anno, mi ricordo di aver partecipato a un tutoring di fisica. L’idea di poter fare domande a un altro studente mi è subito piaciuta. Nonostante i professori siano sempre disponibili per chiarire i dubbi, spesso non mi sono azzardata a porre domande con il timore (infantile) di dire cose stupide. Con qualcuno che è quasi coetaneo, invece, penso sia più semplice. Proprio per questo, al terzo anno ho deciso di propormi come tutor.

 

  1. Hai anche collaborato alla realizzazione delle attività di orientamento, che consiglio daresti a chi deve scegliere oggi il suo percorso universitario?

 

Informarsi. In Italia ci sono facoltà e corsi di laurea di ogni tipo, spesso molto simili tra loro. Da un lato, prendere una scelta diventa davvero difficile (soprattutto per chi non ha bene le idee chiare su cosa voglia fare in futuro), mentre dall’altro possiamo essere certi che qualcosa di adatto a noi esista.

 

 

  1. Se dovessi scegliere 3 aggettivi per descrivere questo percorso universitario quali sceglieresti?

 

Intenso, perché si hanno tante cose da fare e poco tempo per farle. Intrigante, perché ogni giorno si impara qualcosa di nuovo. Gratificante, perché lavoro e fatica vengono ripagati.

 

  1. Proseguirai con la Laurea Magistrale?

 

Sì, ho intenzione di iscrivermi alla magistrale in Computer Science and Engineering, sempre al Politecnico di Milano.

 

  1. Ti salutiamo chiedendoti se c'è un momento particolarmente significativo di questi tre anni che ricordi con piacere e che vuoi condividere.

 

In realtà, di momenti ce ne sono parecchi e sceglierne uno è difficile. L’ultimo giorno di lezione, poco più di un mese fa, ricordo che abbiamo finito presto e ci siamo seduti su una panchina all’ombra di un albero a chiacchierare del più e del meno, ricordando gli aneddoti più divertenti e le difficoltà superate negli ultimi anni. In quel momento così rilassante, quando i pensieri erano ben lontani dagli esami da preparare, mi sono resa conto di quanto tempo fosse passato e di come fossimo tutti cambiati un bel po’, e mi sono convinta ancora di più che se tornassi indietro rifarei lo stesso percorso senza cambiare una virgola.

 

 

 

 

 

 

 

1119 visite

Articoli correlati