Martedì, 16 luglio 2024 - ore 22.00

CrenaLab continua il suo progetto politico anche dopo uscita di Paolo Nicardi

Il lavoro da fare è ancora tanto e le tante cose fatte fino ad ora hanno ampi margini di miglioramento

| Scritto da Redazione
CrenaLab continua  il suo progetto politico anche dopo  uscita di Paolo Nicardi

CrenaLab continua co il suo progetto politico anche dopo  l’abbandono di Paolo Nicardi

Abbiamo appreso con stupore durante lo scorso consiglio comunale la volontà del consigliere Paolo Nicardi di uscire dalla lista “Crema Lab” e dalla maggioranza che sostiene il sindaco Fabio Bergamaschi.

Prendiamo atto con dispiacere della decisione dell’ex capogruppo e lo ringraziamo per l'impegno. 

Gli auguriamo tutto il meglio ed il successo personale nel suo nuovo gruppo che potrà certamente seguire nel migliore dei modi le linee guida che autonomamente vorrà dare.

Il progetto politico di CremaLab prosegue al fianco del Sindaco Bergamaschi e dentro questa maggioranza, soprattutto in questa fase di rilancio amministrativo che trova il nostro totale sostegno a fronte dei suggerimenti dati anche dalla nostra lista negli scorsi mesi.



Due anni fa la lista si è presentata agli elettori chiedendo fiducia sulla base di un programma costruito con il sindaco Bergamaschi e con tutta la maggioranza.

Un programma che aveva come obiettivo principale l’incremento del benessere della nostra comunità.

Con convinzione continuiamo a lavorare per realizzare al meglio gli impegni presi con gli elettori e con tutta la città con una prospettiva di lungo periodo.

Siamo consapevoli della complessità dei temi e dei tempi in cui ci troviamo ad amministrare, dove gli enti locali sono abbandonati dal livello di governo centrale e chiamati a rispondere autonomamente ai bisogni dei cittadini, specialmente dei più fragili.

Ma proprio questa complessità richiede di entrare con serietà e responsabilità nelle questioni, non facendosi abbagliare dalle luci luminose dei facili applausi.



Con questo approccio in questi due anni l’amministrazione Bergamaschi ha raggiunto alcuni degli obiettivi prefissati lavorando con tutti i gruppi di maggioranza che siedono in consiglio e aprendosi al confronto con cittadini e portatori di interesse.



L’amministrazione ha gettato le basi per la creazione di un efficace modello 0-6 e investito risorse per una nuova sezione di asilo nido per 16 bambini e per le loro famiglie.

Una scelta politica forte e non scontata frutto di una visione ben precisa per rispondere alla prioritaria esigenza di garantire un servizio per l’infanzia centrale per la crescita pedagogica dei piccoli cittadini e per ridurre il divario di genere nell’inserimento nel mondo del lavoro delle donne che scelgono di avere figli.

L'ascolto delle comprensibili preoccupazioni dei genitori rispetto alla riorganizzazione del servizio comunale alla scuola dell’infanzia Iside Franceschini, riorganizzazione che nasce per garantire la continuità del servizio a beneficio dei bambini e delle famiglie, ha prodotto l'introduzione nell'organico di un nuovo educatore di plesso. Una scelta che conferma la volontà di investire su tutti i servizi educativi, scuola dell'infanzia inclusa, sulla quale saranno maggiori le risorse investite. 



Ha aumentato l’orario della biblioteca, servizio pubblico centrale, pensando soprattutto ai giovani studenti e agli anziani, così come ha incrementato con ulteriori risorse le azioni di avvicinamento alla lettura dei nostri bambini.

Non possiamo dimenticare la centralità che nella programmazione culturale cittadina proprio i più piccoli e le loro famiglie hanno avuto. 

Sempre pensando al benessere della collettività e alla necessità di avere  più zone verdi in cui trovare spazi confortevoli per fare sport e trascorrere il tempo libero è stata forte l'attenzione sui parchi.

Dalla rigenerazione del nuovo Parco della Pierina, prossimo all’apertura, ai lavori per trasformare il campo di Marte in un parco inclusivo per tutti e tutte, con attenzione soprattutto alle famiglie ;

Non possiamo dimenticare il ruolo centrale che il sindaco ha avuto nel costruire il percorso che sta portando al progetto per un nuovo dormitorio capace di accogliere chi è più in difficoltà in una struttura maggiormente accogliente e che potrà in futuro garantire un’apertura su tutto l’anno.

Così come significativa è stata la presenza costante nei quartieri con attività culturali nelle zone in cui sorgono servizi abitativi pubblici.



Il lavoro da fare è ancora tanto e le tante cose fatte fino ad ora hanno ampi margini di miglioramento. 

Per questo Cremalab continuerà a dare il suo contributo, a coinvolgere cittadini che vogliono avvicinarsi alla cosa pubblica e a lavorare in squadra per il bene di tutta la città.

186 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online