Domenica, 21 aprile 2024 - ore 06.28

Elezioni 12-13 febbraio ArciGay Cremona con #Lombardia Arcobaleno

Le associazioni lgbti+ lombarde chiedono di intraprendere un percorso di apertura sui temi dei diritti delle persone lgbti+, fino ad ora negato.

| Scritto da Redazione
Elezioni 12-13 febbraio ArciGay Cremona con #Lombardia Arcobaleno

In vista delle Elezioni Regionali del 12 e 13 febbraio il Comitato territoriale Arcigay Cremona “La Rocca” ha aderito a #LombardiaArcobaleno, una piattaforma programmatica attraverso cui le associazioni lgbti+ lombarde chiedono al nuovo Consiglio regionale di intraprendere un percorso di apertura sui temi dei diritti delle persone lgbti+, fino ad ora negato.

Per questo, sostiene Lorenzo Lupoli, Presidente di Arcigay Cremona, abbiamo promosso la piattaforma durante la campagna elettorale, per incalzare le persone candidate sul territorio ad esprimere il loro sostegno alle richieste più urgenti della comunità lgbti+.

Le nostre richieste, prosegue Lupoli, sono raccolte in otto punti che possono essere sintetizzate come di seguito:

  1. UNA LEGGE CONTRO LE DISCRIMINAZIONI PER ORIENTAMENTO SESSUALE, IDENTITÀ DI GENERE O CONDIZIONE INTERSESSUALE
  2. LA LOMBARDIA E I SUOI PRIDE
  3. LA SCUOLA E LA FALSA “IDEOLOGIA GENDER”
  4. SALUTE E PREVENZIONE DELLE INFEZIONI A TRASMISSIONESESSUALE: L’EMERGENZA LOMBARDA
  5. I DIRITTI E LA TUTELA DELLE PERSONE TRANSGENDER
  6. CULTURA LGBTQ+ IN LOMBARDIA
  7. SERVIZI DI ASSISTENZA ALLA COPPIA, ALLE FAMIGLIE E ALLA GENITORIALITÀ: I CONSULTORI
  8. SPORT INCLUSIVO

Purtroppo, conclude Lupoli, dobbiamo constatare che solo alcune delle persone candidate da noi contattare hanno risposto, esprimendosi su temi che riguardano migliaia di cittadine e cittadini lombardi. Questo dato è preoccupante, se consideriamo, inoltre, che nessun candidat* della destra, né del Terzo Polo si è espresso, ignorando di fatto il lavoro sul territorio di associazioni ed enti del terzo settore che si occupano di tutele e riconoscimento di diritti umani ancora negati nel nostro Paese.

Noi continueremo la nostra azione di advocacy durante tutto il mandato della giunta e del consiglio regionale per ottenere la parità dei diritti e promuovere il benessere della comunità e delle persone lgbti+ che vivono in Lombardia.

 

 

313 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online