Mercoledì, 08 dicembre 2021 - ore 14.58

Gli studenti cremonesi 'Il Megafono’ vogliono ritornare a scuola (Video)

Siamo gli studenti e le studentesse della città e chiediamo che vengano prese in considerazione le nostre esigenze, con la consapevolezza che la città di Cremona è nuovamente in stato d’emerenza dovuta al Covid-19 e alla sua gestione.

| Scritto da Redazione
Gli studenti cremonesi 'Il Megafono’ vogliono ritornare a scuola  (Video)


Gli studenti cremonesi  del collettivo ‘Il Megafono’ vogliono ritornare a scuola in presenza (Video)

Siamo gli studenti e le studentesse della città e chiediamo che vengano prese in considerazione le nostre esigenze, con la consapevolezza che la città di Cremona è nuovamente in stato d’emerenza dovuta al Covid-19 e alla sua gestione.

La pandemia ha colpito il mondo della sanità mettendo in crisi il sistema sanitario nazionale (SSN) e ha precarizzato il mondo del lavoro accentuando il divario socioeconomico pre-esistente.

Il mondo dell’istruzione durante il primo lockdown aveva accolto come necessario ed inevitabile il passaggio alla didattica a distanza (DAD) e aveva affidato alle famiglie e alla buona volontà dei docenti la gestione dell’accessibilità digitale e della prosecuzione dei programmi.

Lo stato d’animo che ha caratterizzato la prima fase dell’emergenza era di forte senso di abbandono e di solitudine all’interno delle mura domestiche mentre il mondo là fuori cercava di combattere un nuovo invisibile nemico.

Ancora una volta, già dalle prime chiusure della “seconda ondata” le esigenze degli studenti e delle studentesse non solo non sono state soddisfatte, ma neanche ascoltate, nonostante i tentativi (parzialmente raggiunti) di adeguare gli spazi scolastici al rientro a scuola in sicurezza.

L’accessibilità ad uno spazio di studio e/o didattico in questo momento più che mai ci è negata da chi avrebbe dovuto garantirci questa possibilità, con misure preventive diffuse e protocolli chiari.

L’esigenza di avere uno spazio di studio ed incontro, comune anche ai tempi non pandemici, si impone ora con drammatica attualità a fronte di una generale frammentazione di tutti gli spazi di socialità, in primis la scuola, in ragione del distanziamento sociale e al conseguente isolamento (più o meno stringente in casa) in casa. Viviamo inoltre, come molte e molti nostri coetanei le difficoltà generate dalla mancanza degli sturmenti adeguati per seguire la didattica a distanza (tablet, pc, connessione wi-fi e simili).

Tutto questo non si traduce, inaccettabilmente per quanto ci riguarda, nella messa a disposizione di un welfare studentesco che permetta l’accesso all’istruzione ma piuttosto in una chiusura indiscriminata, senza che vengano offerte soluzioni veramente alternative.

Il ritorno ai banchi di scuola ha trovato come principali ostacoli la garanzia della salute e della sicurezza, non è stata fornita una risposta efficace che garantisca il minimo livello di diritto allo studio, non si è preso alcun provvedimento circa la totalità del cosiddetto “sistema scuola”, che comprende ad esempio i trasporti per gli studenti e le studentesse.

Noi, studenti e studentesse dell’aula studio, con le risorse di cui disponevamo non siamo riusciti nell’intento di garantire tale spazio sicuro attraversabile dalla cittadinanza studentesca.

Ora vogliamo ribadire che l’accessibilità allo studio è di fatto un’emergenza e va trattata come tale. Si smetta di considerare la scuola come il primo settore sacrificabile quando si tratta di limitazioni e tagli.

Chiediamo che vangano subito messi a disposizione fondi e strumenti per sopperire le necessità di noi studenti e studentesse.

Uno spazio nuovo è un bisogno reale e tangibile, e il suo processo di costruzione vedrà come protagonisti e protagoniste ognuno e ognuna di noi. Questo percorso prevede inizialmente l’espressione delle nostre esigenze e poi la richiesta specifica a chi di competenza. Alla luce di ciò, invitiamo tutt* a seguire le nostre iniziative e a contattarci al fine di ricostruire uno spazio accessibile e sicuro.

 

Gli studenti e le studentesse dell'Aula Studio dagli studenti per gli studenti insieme al collettivo studentesco Il Megafono

Cremona

https://www.youtube.com/watch?v=cd6Y0GXnpVI

450 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online