Martedì, 18 gennaio 2022 - ore 14.22

Le comunità islamiche di Cremona, Crema e Soresina condanno il terrorismo islamico

Una condanna netta senza appello ‘ L’Islam siamo noi non i terroristi Ci sono molti versetti coranici che ci dicono di vivere in pace’. Una corale ed importante presa di posizione delle comunità organizzate nella nostra provincia.

| Scritto da Redazione
Le comunità islamiche di Cremona, Crema e Soresina condanno il terrorismo islamico Le comunità islamiche di Cremona, Crema e Soresina condanno il terrorismo islamico Le comunità islamiche di Cremona, Crema e Soresina condanno il terrorismo islamico Le comunità islamiche di Cremona, Crema e Soresina condanno il terrorismo islamico

Riproponiamo poi l’intervento di un rappresentante del centro alla manifestazione di domenica 18 novembre a CremonaCrema. ‘La comunità musulmana — afferma Assalam — ha sempre condannato questi gesti, che i loro autori chiamano Jihad ma che secondo il vero islam sono soltanto atti terroristici. Eventi come questi rappresentano una sassata contro noi musulmani residenti in Occidente. Noi non dobbiamo chiedere scusa pe rquello che è accaduto perché non è colpa nostra. L’islam non ha mai ordinato di compiere si mili atroci gesti.Il Corano e il Profeta dicono che il suicida va all’inferno, altro che fiumi di latte e miele e vergini come promettono ai martiri quelli dell’Isis. I disgraziati che compiono questi atti non capiscono niente dell ’islam e sono per la maggior parte la seconda o terza generazione di immigrati.La nostra religione tutela i diritti anche dei non musulmani. Ci sono molti versetti coranici che ci dicono di vivere in pace. Lanciamo un appello a tutti i direttori dei centri islamici, di denunciare chi ha legami con il fondamentalismo’.

Soresina . Adnani Kadmiri, presidente dell’associazione ‘La Fratellanza soresinese’, invita la comunità cristiana a considerare i musulmani alleati, non nemici, e a restare tutti uniti contro l’Isis. Parigi, Madrid, Londra, Casablanca, Marrakech, Tunisi, Il Cairo: sono tutte stragi avvenute per colpa di bastardi terroristi. E, a differenza del quotidiano ‘Libero’(che aveva titolato in prima pagina «Bastardi musulmani»), tengo a precisare di aver usato la parola giusta nel posto giusto. Dopo qualsiasi strage commessa in nome dell’Islam, mi capita di manifestare la stessa preoccupazione: come posso spiegare da musulmano che non è colpa nostra? Come posso spiegare che questo non è l’Islam? Come posso spiegare che, anche se i terroristi gridano ad alta voce ‘Allah Akbar’, ossia ‘Dio è grande’, noi altri musulmani non abbiamo nè lo stesso loro credo nè la stessa loro fede? Provo a rispondere precisando che a un musulmano responsabile non basta condannare le stragi o cambiare la propria immagine profilo sui social sostituendola con la scritta ‘Praying ForParis’o‘Not In My Name’:è necessariopromuovere uncambiamento radicale invitando la comunità musulmana ad avvicinarsi aquella cristiana, offrendo fiducia e ispirando sicurezza’. Il presidente de ‘La Fratellanza’ cerca di dirimere una volta per tutte anche la questione, spesso strumentalizzata, del cosiddetto ‘Islam moderato’. «Non esiste il musulmano moderato e quello non moderato, non esiste il musulmano vero e quello falso. Nel mondo islamico, o sei musulmano o non lo sei. I cristiani sappiano che anche noi siamo vittime come loro, l’Isis colpisce anche l’Islam perciò le condoglianze per qualsiasi strage devono essere reciproche tra la comunità cristiana e quella musulmana’.

Cremona . Sulla pagina Facebook  del Centro Islamico di Cremona appare questo comunicato di condanna. 

Condanniamo tutte le forme di terrorismo  nel nome di Dio misericordioso e clemente

Condanniamo quello che sta succedendo in francia da qualsiasi autore fatto, e condanniamo l'uccisione degli innocenti di qualsiasi provenienza o razza o religione in francia e ovunque . perché' l'islam rispetta la vita anche quella degli animali e delle piante , chi uccide un'anima innocente come se avesse ucciso tutta la umanità' e chi la salva come se avesse salvato tutta la umanità.

 

2190 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online