Domenica, 13 giugno 2021 - ore 12.10

Piscina di Crema al capolinea | Rifondazione Comunista

Dispiace notare come moltissime forze politiche, che avevano applaudito all’amministrazione Bonaldi quando consegnava tutte le società pubbliche ai privati, oggi si ergano a paladini dei cittadini denunciandone la mala gestione come mero problema di metodo o di poca attenzione.

| Scritto da Redazione
Piscina di Crema al capolinea | Rifondazione Comunista

Piscina di Crema al capolinea | Rifondazione Comunista

Apprendiamo con rammarico ma non certo con stupore, della richiesta al tribunale da parte del gestore privato della piscina di Crema Sport Management, del concordato preventivo in continuità, un percorso pensato per aiutare ditte in crisi e che permette di posticipare la restituzione dei debiti, debiti peraltro da poco contratti grazie a un prestito del comune per 150.000 (centocinquantamila) Euro oltre alla copertura di utenze per 35.000(trentacinquemila) Euro.

Dispiace notare come moltissime forze politiche, che avevano applaudito all’amministrazione Bonaldi quando consegnava tutte le società pubbliche ai privati, oggi si ergano a paladini dei cittadini denunciandone la mala gestione come mero problema di metodo o di poca attenzione.

Noi fin da principio in tutti i modi, pure con una raccolta firme, mettemmo bene in risalto quali fossero i grandi rischi di affidare strutture e servizi strategici nelle mani di privati, per loro natura attenti prima ai bilanci e ai profitti che all’interesse della collettività, alla qualità del servizio e alla tutela dei diritti dei lavoratori, tutti ambiti appunto messi fortemente sotto attacco da questa malagestione e per questo chiedevamo una gestione pubblica che valorizzasse pure la partecipazione di utenti e parti sociali.

Rifondazione Comunista aveva rotto con la maggioranza di centrosinistra, guidata dalla sindaca Bonaldi, proprio perché non condividevamo e non condividiamo tuttora la scelta di liquidare SCS Servizi Locali e di privatizzare la gestione dell'impianto natatorio, della pubblica illuminazione e dei parcheggi. Tutte scelte dettate dall'ideologia "privato è bello", consegnando i servizi pubblici nelle mani degli affaristi, degli speculatori, che guardano solo al loro profitto, non rispettando neppure i contratti e le convenzioni che hanno sottoscritto.

Stavolta siamo noi di Rifondazione Comunista a gridare in modo ineluttabile che lor signori hanno una visione troppo ideologica della realtà che tende a santificare queste società private come portatori di efficienza e qualità.

Purtroppo questa vicenda coinvolgerà diversi impianti del nord Italia gestiti appunto da Sport Management con una innumerevole scia di disservizi per gli utenti, di incertezze per i lavoratori oltre ai possibili danni economici per le amministrazioni, purtroppo scorciatoie o soluzioni semplici non se ne intravedono, anche perché, come verificatosi in molti casi, anche la sospensione di una concessione spesso presenta incognite legali a causa di ricorsi e contro-ricorsi che possono protrarsi per diverso tempo.

Appunto per questo vogliamo essere chiari e perentori nel ribadire che al più presto si debba tornare a una gestione diretta e pubblica di impianti e servizi strategici, consci che questa operazione necessiterà dei suoi tempi e di passaggi tecnici non certo immediati, ma porrà al riparo almeno le future generazioni dalle ideologiche sbronze privatizzatrici di questi anni.

Diverse piscine del nord Italia sono quindi a forte rischio a causa di scelte politiche poco lungimiranti, inoltre ricordiamoci che questi impianti svolgono un ruolo importantissimo non solo per le città che li ospitano ma anche per una lunga serie di comuni limitrofi, appunto per questo non ci capacitiamo come tutte queste sentinelle del territorio abbiano potuto lasciare che venisse

ceduta ai privati la gestione di una struttura talmente strategica, purtroppo i 56 comuni legati a Scrp (l’allora partecipata del Cremasco) all’epoca non seppero ostacolare questa operazione e anzi la agevolarono intravedendone fantomatici risparmi e maggiore efficienza.

Segreteria Partito della Rifondazione Comunista Crema

482 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online