Venerdì, 21 gennaio 2022 - ore 15.19

Poste in provincia di Cremona, Crema/Ombriano a rischio chiusura. Bordo: ‘Vergogna’

Trasmettiamo il comunicato del Deputato di Sinistra Ecologia Libertà

| Scritto da Redazione
Poste in provincia di Cremona, Crema/Ombriano a rischio chiusura. Bordo: ‘Vergogna’

La scelta di Regione Lombardia, guidata da Lega, NCD e FI, di non condividere il lavoro per impedire la chiusura dell’Ufficio postale di Ombriano è vergognosa e per noi inaccettabile.

Le parole di commento del Consigliere Malvezzi, dello stesso partito dell’Assessore Regionale Nava, di soddisfazione per aver salvato due uffici che hanno sede in comuni dello stesso colore politico della regione e di silenzio per la chiusura di Crema/Ombriano la dice lunga sulla connivenza avuta nel determinare tale scelta. La coppia Malvezzi-Nava è responsabile, al pari di Lega e FI, di aver fatto togliere Ombriano dalla lista degli uffici da mantenere aperti, elaborata in accordo con Anci Lombardia, e di aver ceduto alle pressioni di Poste Italiane.

Siccome la scelta di chiudere Ombriano (che svolge un numero di operazioni importante e di gran lunga superiore rispetto a quelli cosidetti marginali) è una vigliaccata ed è inaccettabile perché penalizza oltre seimila cittadini, la nostra battaglia va avanti.

Ieri sera ho portato la vicenda sul tavolo del Sottosegretario Giacomelli, a cui spetta l’ultima parola sul Piano di Poste Italiane.

Il Sottosegretario e il Capo della Segreteria, dott. Alessio Beltrame, sono perfettamente a conoscenza della situazione e questa mattina hanno comunicato che se ne stanno occupando. Ora la palla è nelle loro mani.

Noi non arretriamo di un millimetro e, se necessario, farò le barricate per difendere l’ufficio postale di Ombriano.

On. Franco Bordo

623 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria