Martedì, 17 maggio 2022 - ore 19.13

''Prepararsi a un ciclo economico vivace''. Gerolamo Vimercati Sanseverino relatore al Rotary Club Crema.

| Scritto da Redazione
''Prepararsi a un ciclo economico vivace''. Gerolamo Vimercati Sanseverino relatore al Rotary Club Crema.
Martedì 01 Febbraio 2022, il Rotary Club Crema ha avuto come gradito relatore il proprio socio Gerolamo Vimercati Sanseverino (Portfolio manager team di Gestione di  JPMorgan Private Bank a Milano), il quale ha intrattenuto, con la consueta competenza, i partecipanti alla conviviale online su un tema indiscutibilmente attuale: “Prepararsi a un ciclo economico vivace”. Il messaggio di fondo, trasmesso dal relatore, è stato sostanzialmente costruttivo, rispetto alle prospettive di mercato per il 2022; ciò in virtù di bilanci societari e consumi giudicati solidi, del supporto assicurato dalle autorità monetarie e fiscali, nonché della continua innovazione in tutti i settori dell’economia; senza, tuttavia, omettere di considerare i potenziali fattori di rischio: il Covid non ancora archiviato, la situazione cinese, l’inversione di rotta delle banche centrali. Chiarissima è risultata l’opzione in direzione dell’azionario, rispetto all’obbligazionario, a sua volta preferibile alla cassa.



Entrando nel merito delle priorità delle autorità monetarie e fiscali, Gerolamo Vimercati Sanseverino ha sostenuto che “ora che l’espansione economica appare sostenibile anche in assenza di supporto emergenziale, le autorità sembrano focalizzarsi sugli obiettivi di più lungo termine. In USA e in Europa, tali politiche si tradurranno in un contest di tassi più elevati. L’allocazione degli attivi e la pianificazione patrimoniale saranno ancora più importanti per le fasce ad alto reddito”. Inoltre, “il risparmio netto delle famiglie è ai massimi storici. Il costo del debito è ai minimi e la propensione ai consumi ha ancora margini di ripresa. Negli USA i consumatori hanno risparmiato quasi 2,5 trilioni di dollari in eccesso rispetto al trend pre-pandemia - in netto contrasto con il periodo successivo alla grande crisi finanziaria che ha danneggiato la ricchezza delle famiglie - e sono destinati a sostenere la domanda e la crescita economica”. “Solidi” risultano essere non solo i bilanci dei consumatori ma anche quelli aziendali: “utili e margini sono ai massimi storici, gli spread creditizi sono ai minimi e la domanda è robusta. Le società incluse nell’indice S&P 500 registrano una crescita degli utili del 45% nel 2021, nonostante le difficoltà emerse nel corso dell’anno”.



Nonostante tutti i recenti cambiamenti intervenuti - in risposta alla crisi pandemica - in termini di trasformazione digitale, si ritiene ci sia ancora “molto spazio per l’innovazione; ambiti come l’intelligenza artificiale, il fintech e l’automazione industriale continueranno a guidare l’innovazione nel mondo post-Covid. E tale innovazione, in tecnologie relativamente consolidate, ha il potenziale per essere integrata da nuove frontiere, come il metaverso”.



In relazione alla risposta monetaria alle pressioni su prezzi e mercato del lavoro, il relatore ha affermato che “di recente abbiamo rivisto le nostre aspettative sul numero di rialzi dei tassi da parte della Fed nel 2022, dopo che il FOMC ha comunicato criteri più stringenti per la massima occupazione che non si concentra più su un’ampia ripresa di indicatori del mercato del lavoro come il tasso di partecipazione. Tutto ciò conferma la rilevanza degli elementi chiave dell’outlook di J.P.Morgan Private Bank, ovvero un maggior focus sulla qualità dei titoli azionari, la minor duration in ambito obbligazionario e un dollaro più forte”.



Da ultimo le conseguenze del passaggio dalla pandemia alla malattia endemica.



“Le economie e i mercati vedranno presumibilmente un minore impatto del virus man mano che i progressi della vaccinazione sì concretizzeranno a livello globale e grazie alla disponibilità di nuove terapie (salvo l’affermarsi di mutazioni più pericolose). L’evoluzione del virus, tuttavia, continuerà a influenzare i settori più vulnerabili, quindi gli investitori dovrebbero concentrarsi sulla qualità e allocare attivamente”.



Alla relazione - particolarmente apprezzata per solidità e chiarezza espositiva, oltre che per lo sguardo positivo rivolto al futuro prossimo - sono seguiti interessanti interventi e quesiti da parte dei soci, cui il relatore ha risposto con disponibilità e puntualità.
298 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria