Venerdì, 14 dicembre 2018 - ore 17.31

Visura catastale: pro e contro dell’acquisto online

La visura catastale è un documento facile da reperire ed utile per una molteplicità di funzioni.

| Scritto da Redazione
Visura catastale: pro e contro dell’acquisto online

Essa fornisce i dati catastali aggiornati di un immobile - cioè dove esso si trova nello spazio - sulla base di parametri precisi: indirizzo, così come foglio, particella e subalterno, i coefficienti numerici che ipoteticamente dividono il territorio comunale in spazi e frazioni; in secondo luogo può essere utile a chi ha bisogno di conoscere il valore catastale di un’unità immobiliare, o la sua rendita, la base imponibile per il pagamento delle tasse. Infine, può fornire dati sulla proprietà, la comproprietà o se l’immobile è in usufrutto e sulle sue caratteristiche principali (superficie in metri quadrati, numero dei vani, classe, e destinazione ecc ecc). Esistono diversi modi di procurarsi una visura: il più conosciuto è quello di recarsi fisicamente presso un ufficio provinciale dell’Agenzia del Territorio. È infatti questo l’ente principale che custodisce ed emette le visure, anche telematicamente. È possibile, recandosi in catasto, consultare i dati informatizzati di tutti gli immobili censiti presso le banche dati dell’Agenzia del Territorio, con l’esclusione delle province autonome di Trento e Bolzano che aderiscono ancora al sistema catastale tavolare. Per quanto invece riguarda la consultazione degli atti non informatizzati, precedenti al 1992, è necessario recarsi presso l’ufficio competente, cioè quello che ha effettuato la registrazione dei documenti cartacei. Per i titolari del bene immobile la visura sulla propria unità è gratuita, quella su un immobile di cui non si è proprietari invece si paga.

Fare lunghe file agli sportelli del catasto è ormai divenuto fuori moda: grazie alla rapidità dei servizi informatici è infatti possibile ottenere una visura catastale online in maniera molto più celere, scaricando le visure tramite registrazione a Fisconline (la piattaforma in rete dell’Agenzia del Territorio) o approfittando di uno dei tanti gestori di servizi catastali certificati, che con pochi click permettono di ottenere i documenti direttamente sul proprio computer di casa. Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha attivato i propri servizi di visure catastali on line anche presso gli uffici postali. Oggi è infatti possibile ottenere una visura presso uno qualsiasi dei punti Sportello Amico attivi presso le poste, o richiedendo a pagamento i servizi di Certitel Catasto. 

Lo Sportello Amico delle poste richiede la compilazione di un modulo di richiesta, permette di scaricare visure catastali per fabbricati e terreni effettuando ricerche solo per dati catastali o per soggetto intestatario. Sfortunatamente, gli sportelli alle poste offrono un servizio ancora oggi limitato (sebbene l’impegno di moltiplicare i punti di accesso alle visure, allo scopo di smaltire le lunghe e tediose folle degli uffici del territorio sia da considerare lodevole). Infatti, come da regolamento interno, gli sportelli postali non possono erogare documenti che superino le cinque pagine stampabili, senza contare che ciascuna richiesta è impostata su un timer massimo di tre minuti dall’invio, oltre il quale l’operazione purtroppo viene interrotta senza produrre alcun risultato. 

Il servizio Certitel Catasto è un servizio a pagamento, realizzato sempre in collaborazione con Poste Italiane, esso prevede che versioni sintetiche della visura catastale vengano recapitate a domicilio a chi le richiede, dietro compenso. Per accedere al servizio, purtroppo anch’esso limitato nei parametri di ricerca oltre che nell’erogazione (il risultato finale è una visura parziale), è necessario essere registrati sul sito delle Poste Italiane

1299 visite

Articoli correlati