Venerdì, 20 maggio 2022 - ore 12.18

1° Maggio a Crema. L’intervento di G.Savoldi in rappresentanza di Carlo Vezzini

Facciamo onore al Primo Maggio innovando, investendo, progettando, affinché il lavoro sia per tutti.

| Scritto da Redazione
1° Maggio a Crema. L’intervento di G.Savoldi in rappresentanza di Carlo Vezzini

1° maggio.In occasione della Festa dei Lavoratori, manifestazione organizzata a Crema da CGIL – CISL - UIL, in collaborazione con ANMIL a Crema è intervenuto per portare i saluti del Presidente della Provincia, Carlo Vezzini, il consigliere dell’Area Vasta Gianluca Savoldi e Sindaco di Moscazzano (CR). Nel corso del suo intervento ha fra l’altro sottolineato :’ Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ci ha spronati ad indirizzare sforzi convergenti e trovare, nel dialogo, impegni comuni. Facciamo onore al Primo Maggio innovando, investendo, progettando, affinché il lavoro sia per tutti’.

------------------------

Intervento di Gianluca Savoldi

Lavoratrici, Lavoratori, Cittadini,nel portare i saluti del Presidente della Provincia, Carlo Vezzini, vorrei soffermarmi su alcuni aspetti che gravano sulle tematiche del lavoro e dei lavoratori. Oggi dovremmo celebrare il Primo Maggio. Dico “dovremmo” con cognizione di causa.

Possiamo certamente ricordare i Caduti sul lavoro ed i diritti dei lavoratori acquisiti nel tempo con le battaglie, ma certamente non possiamo assolutamente dire “Festa dei Lavoratori”. Si festeggia quando c’è qualcosa da festeggiare.

Ma in questo periodo che sta durando mesi, anni, nonostante tutti i proclami, proprio nel Cremasco sono aumentate le persone messe in mobilità, come le aziende in crisi, ivi compresa la Pubblica Amministrazione messa in ginocchio tra tagli ai trasferimenti sempre più ingenti, che mettono a rischio servizi e personale grazie alle recenti leggi finanziarie. Il caso della Provincia, di cui sono recentemente stato nominato Consigliere, è eclatante; e simili casi ve ne sono sempre più in altre Province.

Ora, se pensiamo all’art. 1 , la nostra Costituzione ad oggi recita: “L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”, e all’art. 4 “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto”. Mi rivolgo a quanto il lavoro non l’hanno, l’hanno perso o lo stanno perdendo. Il mio pensiero si rivolge, in questo momento, in particolar modo a loro.

Come Sindaco e amministratore locale ben so che senza lavoro ne va della dignità della persona e della qualità della vita.

Allora, proprio da questo luogo, per quanto possa valere, rivendico con forza la scelta di cambiare rotta, di invertire alcune decisioni che accompagnano il Governo sulla spending review, poiché senza investimenti, senza una Pubblica Amministrazione con risorse ed in grado di rispondere alle esigenze di imprese e cittadini, non se ne esce più dal tunnel della crisi.

Per quanto potremo e sarà in nostro potere fare, porteremo in ogni sede politica ed istituzionale le rivendicazioni locali dei lavoratori, delle imprese e delle istituzioni affinché lavoro e qualità della vita possano tornare ad essere due termini concreti, reali e appartenenti a tutti.

Grazie.

Dott. Gianluca Savoldi

Consigliere Area Vasta Cremona – Sindaco di Moscazzano (CR)

1709 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria