Domenica, 22 settembre 2019 - ore 22.30

5000 unità di sangue in più per Milano

Incrementare di oltre il 25% la raccolta di donazione di sangue per Niguarda

| Scritto da Redazione
5000 unità di sangue in più per Milano

Con il sostegno della Confcommercio milanese LA MANIFESTAZIONE DI AVIS MILANO E VIGILI DEL FUOCO. “CINQUEMILA UNITA’ DI SANGUE IN PIU’ PER MILANO” Presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Milano con il Prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca Obiettivo della campagna di sensibilizzazione: incrementare di oltre il  25% la raccolta di donazione di sangue per Niguarda.  

Si pone un obiettivo importante la campagna di sensibilizzazione “Cinquemila unità di sangue in più per Milano” avviata oggi da Avis Milano con i Vigili del Fuoco milanesi per l’Ospedale Niguarda: incrementare di oltre il 25% la raccolta di donazione di sangue per la grande struttura (Avis Milano ha consegnato nel 2013 al Niguarda 18.652 unità di sangue). Per rendere totalmente autosufficiente l’Ospedale di Niguarda occorrerebbe fornirgli  il 7% di tutte le donazioni della Lombardia.

La manifestazione odierna nell’Aula Magna del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Milano,  con la partecipazione del Prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca, del Comandante dei Vigili del Fuoco Silvano Barberi; del presidente di Avis Milano Massimo Maria Molla, rafforza un sodalizio che Avis Milano e Vigili del Fuoco di Milano hanno fin dalla fine degli Anni Trenta del secolo scorso: è del 27 ottobre 1940 (già in periodo di guerra) lo stralcio di un verbale milanese dove, ad esempio, si legge: “…così, per gentile concessione del Comando dei Vigili del Fuoco del 52° Corpo di Milano, durante le ore di oscuramento i donatori vengono accompagnati con una motocarrozzetta o con un’auto sul luogo della trasfusione e riportati a casa…”.

Questa mattina, presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Milano, è stata attiva una postazione mobile di Avis Milano per permettere ai Vigili del Fuoco di donare il sangue. E durante l’incontro-evento sono stati consegnati riconoscimenti a dieci Vigili del Fuoco donatori di sangue.

A ““Cinquemila unità di sangue in più per Milano” per l’Ospedale Niguarda ha dato, inoltre, il proprio sostegno la Confcommercio milanese (è intervenuto il segretario generale di Confcommercio Milano Gianroberto Costa) con la quale Avis Milano collabora da tempo attraverso iniziative che coinvolgono le associazioni aderenti: come B2BLOOD con Assintel (l’Associazione delle imprese Ict) e ItaliaProfessioni (l’Associazione dei professionisti).

A Milano ci sono 50mila donatori di sangue. Le trasfusioni sono 120mila (il 37% da fuori città). Per l’autosufficienza, rileva Avis Milano, occorrerebbero 150 nuovi donatori ogni giorno feriale dell’anno. In diminuzione, segnala Avis Milano, la partecipazione di donatori attraverso le aziende: da 2.744 nel 2011 a 2.409 lo scorso anno. I dati lombardi 2013 indicano la presenza di più 38mila nuovi donatori, ma con un calo del 2,40% rispetto all’anno precedente di unità totali di sangue intero (479.397: il 32,5% raccolto dalle associazioni dei donatori). Una Lombardia che cede il sangue ad altre Regioni (10.461 unità cedute: + 562 rispetto al 2012), ma che dalle altre Regioni non acquisisce sangue (questo accade già dal 2009).

In Italia le persone potenzialmente idonee alla donazione sono 28 milioni: 1.450.000 i donatori attuali (oltre il 69% uomini).

826 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

CAP CON LA NUOVA TARIFFA DELL’ACQUA, PER I CITTADINI DEI COMUNI DEL MILANESE RISPARMIARE È FACILE, BASTA COMUNICARE LA RESIDENZA

CAP CON LA NUOVA TARIFFA DELL’ACQUA, PER I CITTADINI DEI COMUNI DEL MILANESE RISPARMIARE È FACILE, BASTA COMUNICARE LA RESIDENZA

Risparmiare sulla bolletta dell’acqua è ancora più facile. Quota fissa per ogni componente del nucleo famigliare, costo agevolato per ben 33 metri cubi d’acqua, sono solo alcuni degli elementi inseriti a vantaggio del consumo responsabile degli abitanti dell’hinterland milanese. L’importante è comunicare i propri dati al gestore del servizio idrico.
Fridays For Future Milano . La Casa è in Fiamme

Fridays For Future Milano . La Casa è in Fiamme

Nella mattinata di sabato 20 u.s. l’Italia ha assistito alla prima grande mobilitazione contro i finanziamenti all’industria del fossile. In decine di città lungo tutto lo stivale gli attivisti di #fridaysforfuture – il movimento di giovani nato dalla sedicenne svedese Greta Thunberg – hanno inscenato proteste e flash mob di fronte alle sedi di Unicredit e Intesa San Paolo, tra i maggiori finanziatori delle corporations del gas, del petrolio e del carbone.