Sabato, 13 agosto 2022 - ore 02.49

ADUC Raggi e Trump.Lettera alla sindaca di Roma

Il segretario dell'Aduc, Primo Mastrantoni, ha trasmesso una lettera alla Sindaca di Roma, Virginia Raggi, in merito all'invito rivolto al neo eletto presidente degli USA, Donald Trump.

| Scritto da Redazione
ADUC Raggi e Trump.Lettera alla sindaca di Roma

Ecco il testo. Signora Sindaca, abbiamo letto la notizia del Suo invito in Campidoglio a Donald Trump, il giorno successivo alla elezione a presidente degli USA.

La cosa ci ha un po' sconcertati perche' le affermazioni del candidato Trump durante la campagna elettorale, prevedevano:

1. introduzione di sanzioni penali per le donne che abortiscono volontariamente;

2. estensione a tappeto della pena di morte;

3. abolizione dei trattati con Iran e Cuba;

4. abolizione della riforma sanitaria di Obama (con decine di milioni di americani che si ritroveranno sprovvisti di copertura);

5. negazione dell'esistenza del cambiamento climatico, revoca dell'accordo di Parigi e sussidi alla produzione di energia da fonti fossili;

6. costruzione di un muro con il Messico ed espulsione di circa 12 milioni di immigrati;

7. forte espansione delle spese militari;

8. protezionismo economico (via i trattati di libero scambio e introduzione di dazi sulle importazioni);

9. incarcerazione degli avversari politici perché "tutti corrotti" (ricorda qualcuno?);

10. reintroduzione della tortura (waterboarding) Ci fermiamo qui.

Ci farebbe piacere saper se Lei condivide tali dichiarazioni, al di la' delle battute da palcoscenico, di chi vuol far credere che il suffragio a Trump sia stato un voto anti sistema, quando lo stesso Trump e' un immobiliarista miliardario (si veda la reazione della borsa di Wall Street) e i ministri che si appresta a nominare appartengono proprio a quel sistema che il MoVimentocinquestelle racconta di combattere.

Attendiamo fiduciosi una Sua risposta.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

953 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online