Sabato, 04 luglio 2020 - ore 10.39

ASST OSPEDALE OGLIO PO, TRE NUOVI CARDIOLOGI

L’equipè di Cardiologia dell’Ospedale Oglio Po si arricchisce di tre nuovi professionisti. Lo annuncia il Direttore Generale dell’ASST di Cremona Giuseppe Rossi, confermando gli impegni presi a inizio mandato sul rilancio della struttura di Casalmaggiore.

| Scritto da Redazione
ASST OSPEDALE OGLIO PO, TRE NUOVI CARDIOLOGI

ASST OSPEDALE OGLIO PO, TRE NUOVI CARDIOLOGI

L’equipè di Cardiologia dell’Ospedale Oglio Po si arricchisce di tre nuovi professionisti. Lo annuncia il Direttore Generale dell’ASST di Cremona Giuseppe Rossi, confermando gli impegni presi a inizio mandato sul rilancio della struttura di Casalmaggiore.

Ottime notizie per l’Ospedale Oglio Po. Il 2020 parte all’insegna del rilancio grazie all’arrivo di tre nuovi cardiologi assunti a tempo indeterminato. Si tratta di Fabrizio De Rosa, Rabia Granit e Francesco Tafuni, già  al lavoro dal 23 dicembre scorso.

“Tre giovani medici – spiega Giuseppe Rossi  (Direttore Generale ASST di Cremona) che vantano al loro attivo un’esperienza decisamente significativa nel campo dell'imaging avanzato (ecocardiografia transesofagea tridimensionale ed eco-stress con mezzo di contrasto) e una formazione specialistica maturata in diversi ambiti; il dottor Granit, ad esempio, ha frequentato per un periodo il Royal Brompton Hospital di Londra, il più grande centro medico specialistico per cuore e polmoni nel Regno Unito”.

Considerata la carenza di professionisti che si registra a livello nazionale, l’ingresso dei giovani medici rappresenta al contempo un traguardo e un trampolino di lancio per la Cardiologia di Oglio Po. Un reparto ben articolato – conclude Rossi – la cui organizzazione prevede il servizio di guardia cardiologica 24 ore su 24, l’Unità di Terapia Intensiva Coronarica,  la degenza ordinaria e un’intensa attività ambulatoriale”.

“La tempestività con cui la Direzione Strategica dell’ASST Cremona ha espletato le fasi concorsuali – spiega Massimo Carini (Direttore dell’UO di Cardiologia) ci ha consentito di riequilibrare gli organici. Questo  permetterà di incidere positivamente sulle liste di attesa e di offrire alla cittadinanza un servizio ancora più efficiente”.

Il reparto di Cardiologia - uno dei punti di forza dell’ospedale Oglio Po - si conferma così un saldo punto di riferimento per la collettività e per il territorio casalasco. “All’apprezzamento espresso dagli ammalati – precisa Carini - si affianca ora la capacità di attrarre giovani specialisti che scelgono di lavorare qui anche per le opportunità di crescita professionale e con la certezza di potersi dedicare alla centralità e all’ascolto del paziente”.

PROFESSIONISTI, TECNCOLOGIA E UMANITA’

Dal giugno scorso la Cardiologia dell’Ospedale Oglio Po è dotata di un ecocardiografo di ultimissima generazione. Il nuovo strumento acquistato dall'ASST di Cremona è segno della grande considerazione mostrata dalla Direzione strategica per il rilancio del reparto.

“Grazie al nuovo strumento – spiega Carini  - gli esami ecocardiografici oggi godono di una migliore qualità e accuratezza. Non solo. La vera novità è rappresentata dalla possibilità di eseguire una valutazione tridimensionale del cuore. Ciò permette sia di fornire agli utenti cure e trattamenti sempre più personalizzati, sia di effettuare controlli approfonditi in pazienti con patologia delle valvole cardiache candidati ad intervento cardochirurgico”.

L’ecocardiografo è solo l’ultimo dei nuovi dispositivi introdotti in reparto. Grazie alla donazione di una persona che preferisce mantenere l'anonimato, dal maggio 2019, la Cardiologia è dotata di un Letto-ergometro. Si tratta di una apparecchiatura che consente di eseguire prove da sforzo ancora più dettagliate.

“Con l’Arrivo dei nuovi medici e l’introduzione di strumenti diagnostici d’avanguardia – conclude Carini - la Cardiologia di Oglio Po fa un importante passo in avanti, confermandosi come una unità operativa tecnologicamente avanzata, in grado di coniugare l’attenzione per i rapporti umani e una gestione altamente professionale delle patologie cardiache”.

Cremona, 30 dicembre 2019

Nella foto da sinistra: Rabia Granit (nuovo assunto), Alberto Emanuelli, Tullio Craincevich; Massimo Carini; Pietro Di Gangi; De Rosa Fabrizio (nuovo assunto); Tafuni Francesco (nuovo assunto).

UOS Comunicazione | ASST di Cremona

 

545 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online