Lunedì, 06 luglio 2020 - ore 00.59

Calvatone. Il sindaco decide: sparare alle nutrie

Le nutrie mettono in pericolo la sicurezza idraulica

| Scritto da Redazione
Calvatone. Il sindaco decide: sparare  alle nutrie

Il sindaco di Calvatone Pier  Ugo Piccinelli  ha deciso in una ordinanza l’abbattimento delle nutrie  in quanto danneggiano la sicurezza idraulica. Il provvedimento vale per il periodo compreso tra il 29 gennaio e il 15 febbraio e individua i cacciatori autorizzati ad eseguirlo. Nell’ordinanza si fa riferimento all’insufficienza del piano provinciale di contenimento del roditore, che prevede l’utilizzo delle gabbie in collaborazione con il Parco Oglio Sud e le guardie provinciali. «Tale sistema risulta tuttavia insufficiente, alfine di ridurre il numero dei roditori, soprattutto in alcune zone del territorio causa di ingenti danni all’ambiente, all’agricoltura,e all’intero ecosistema, tenuto conto che la presenza di tane e cunicoli sempre più estesi nelle strutture arginali dei canali determina problemi di dissesto idrogeologico». Inoltre le guardie provinciali «pur prodigandosi al massimo non possono, almeno per il momento, far fronte al dilagare del fenomeno sia per la scarsità di uomini che per mancanza di mezzi e di tempo». «Questi animali  scavando gallerie nei terrapieno dei canali e dei manufatti contribuiscono a mettere a serio rischio gli argini». Ci sono poi «innumerevoli lamentele per danni subiti dagli agricoltori del paese». Il provvedimento vale per tutto il territorio comunale «con esclusione dell’area protetta della riserva naturale Le Bine».  Il sindaco ora attende i ricorsi delle associazioni ambientaliste  ricordando quanto già avvenuto a Martignana e Torre Picenardi dove il Tar  ha condannato i comuni al pagamento di multe per operazioni analoghe.

948 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria