Giovedì, 26 novembre 2020 - ore 10.12

CODACONS CREMA: VIDEOGIOCHI ‘MANGIASOLDI’

ELECTRONIC ARTS E GLI ACQUISTI IN-GAME AL VAGLIO DELL’AUTORITA’ GARANTE PER LA CONCORRENZA ED IL MERCATO.

| Scritto da Redazione
CODACONS CREMA: VIDEOGIOCHI ‘MANGIASOLDI’

CODACONS CREMA: VIDEOGIOCHI ‘MANGIASOLDI’

ELECTRONIC ARTS E GLI ACQUISTI IN-GAME AL VAGLIO DELL’AUTORITA’ GARANTE PER LA CONCORRENZA ED IL MERCATO.

IL PROCEDIMENTO E’ PARTITO DA UNA NOSTRA SEGNALAZIONE. IL PROFESSIONISTA SI E’ IMPEGNATO A FORNIRE PIU’ DETTAGLIATE INFORMAZIONI AI CONSUMATORI IN MERITO ALLA PRESENZA DI ACQUISTI IN-GAME NEI VIDEOGIOCHI, AL DIRITTO DI RECESSO E ALLA TUTELA DEI MINORI.

Crema: Molti giovani cremonesi sono amanti dei videogames. E fin qui nulla di male. I problemi nascono quando il giusto svago va a intaccare il portafoglio, spesso quello di mamma a e papà. Spesso infatti all’interno di un videogioco possono essere effettuati acquisti in-game, utilizzando denaro reale. Ebbene, nel mirino dell’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato sono finiti gli acquisti “in-game”. Per loro tramite si ottengono varie utilità (quali armi, attrezzature, calciatori, mosse speciali upgrade vari legati alla natura del gioco, monete virtuali, etc.), che permettono di potenziare il proprio personaggio o la propria squadra e avanzare rapidamente nel gioco. In altri casi, gli acquisti realizzano miglioramenti estetici o coreografici del personaggio senza influenzare le performance di gioco. Electronics Arts, l’azienda produttrice, per sfuggire alla sanzione dell’Autorità si è impegnata a porre in essere una serie di correttivi alla commercializzazione.

Codacons: “Alla base del procedimento dell’AGCM c’è una nostra segnalazione. I siti della società sui quali acquistare i giochi non evidenziano in maniera chiara e agevolmente percepibile, sin dal primo contatto, l’informazione che i videogiochi includono acquisti in-game. Inoltre, i giochi free to play (ovverosia i giochi che non hanno un costo iniziale di acquisto come Apex Legends), sono presentati come gratuiti, ma prevedono acquisti in-game all’interno del gioco, in assenza di indicazioni contestuali che chiariscano la presenza di tali acquisti. Il professionista si è impegnato a fornire informazioni più dettagliate e a tutelare maggiormente la posizione dei minori. Per informazioni sul tema e segnalazioni contattare il Codacons all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com  o al recapito 347.9619322”.

Ufficio Stampa: 393/9803854

239 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online