Giovedì, 19 maggio 2022 - ore 17.32

Colonia felina di Largo Marinai d'Italia, risponde l'Assessore all'Ambiente Simona Pasquali

La risposta dell'Assessore all'Ambiente Simona Pasquali alle interrogazioni scritte dei consiglieri Saverio Simi e Pietro Burgazzi riguardanti la colonia felina di Largo Marinai d'Italia

| Scritto da Redazione
Colonia felina di Largo Marinai d'Italia, risponde l'Assessore all'Ambiente Simona Pasquali

Cremona, 9 settembre 2020 - Di seguito la risposta dell'Assessore all'Ambiente Simona Pasquali alle interrogazioni scritte dei consiglieri Saverio Simi e Pietro Burgazzi riguardanti la colonia felina di Largo Marinai d'Italia:

"Il Comune di Cremona è attento al benessere degli animali e si è da sempre adoperato in sinergia con ATS Valpadana e le Associazioni di volontariato del territorio per la gestione sia dei cani che dei gatti, In particolare si fa riferimento alla presenza della figura del garante del benessere animale del Comune di Cremona, ad oggi individuato nella veterinaria Laura Mori : il garante riveste il ruolo di un soggetto terzo a garanzia il rispetto delle modalità di gestione a tutela del benessere degli animali ospiti presso il canile rifugio.

Attualmente è anche in vigore la Convenzione tra il Comune di Cremona e APAC per la gestione e la cura sul territorio comunale delle colonie feline censite per gli anni 2019-2021.

In questo contesto si cita anche l'inaugurazione avvenuta 29 marzo 2019 in via dei Casello del nuovo canile sanitario. La nuova struttura di via Casello è stata concessa, in base alla normativa vigente, in comodato d'uso gratuito all'ATS Val Padana, che si occuperà della gestione. All'interno dello stesso, sono stati realizzati trai vari box, otto ad uso esclusivo per i gatti, La nuova struttura, tra l'altro, come da disposizioni nazionali e regionali, ospita i cani vaganti presenti sul territorio in attesa della loro eventuale restituzione ai proprietari, se correttamente identificati, oltre al recupero e gestione post traumatica dei gatti feriti privi di proprietà.

Il Comune ha sempre mantenuto in atto la comunicazione diretta con le numerose Associazioni di volontariato che si occupano, a vario titolo, della gestione degli animali in città.

In riferimento a quanto avvenuto presso la colonia felina di Lungo Po, si specifica che il quadro normativo di riferimento è definito dalla Legge 14 agosto 1991 n. 281, dalla L.R. n, 33/2009 e dal Regolamento Regionale 13 aprile 2017 , n. 2.

Si ricorda che ai sensi dell'art. 11 del Regolamento Regionale n. 2/2017, è il Dipartimento di ATS che, d'intesa con il Comune, censisce le zone dove si trovano le colonie feline.

Sempre ai sensi del medesimo Regolamento viene garantito il rispetto degli habitat ideali per i gatti che vivono in libertà, mantenendo il più possibile le colonie nelle zone scelte dagli animali. 

Nel caso specifico, si fa presente che, trattandosi di lavori di manutenzione ancorché straordinaria, non vi era necessità di un trasferimento permanente della colonia di Lungo Po Europa, ma solo di allontanamento temporaneo dato che lo stato dei luoghi non veniva modificato definitivamente. Si fa presente inoltre che AIPO, a conoscenza della normativa di riferimento, con una comunicazione ddl 9 luglio ha reso noto ad ATS Val Padana e al Comune di Cremona di aver provveduto al temporaneo spostamento di circa 20 metri del presidio della colonia. 

Si comunica inoltre che in data 25 giugno 2020 è pervenuta a! comune di Cremona una nota di AIPO nella quale si comunicava l'inizio lavori nella zona in oggetto e, trattandosi in prevalenza di materia di opere pubbliche, è stato dato corso agli adempimenti del Settore scrivente principalmente sulla viabilità e transito connessi con le attività di cantiere.

Questa situazione può auspicare e generare in positivo un aumento dei contatti e della collaborazione con le Associazioni di volontariato ma soprattutto un momento di riflessione con le stesse al fine di affrontare la gestione delle colonie feline in modo più organico e ordinato, mantenendole pulite, correttamente gestite e controllate."

641 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online