Giovedì, 18 luglio 2024 - ore 18.59

Commemorazione della strage di Bologna, anche Piacenza presente

Essere qui, oggi – rimarca la presidente dell'assemblea consiliare di Piacenza – significa sostenere il diritto alla piena verità e alla giustizia

| Scritto da Redazione
Commemorazione della strage di Bologna, anche Piacenza presente

Commemorazione della strage di Bologna, anche Piacenza presente per onorare il ricordo delle vittime

La presidente del Consiglio comunale Paola Gazzolo ha rappresentato l'Amministrazione e la comunità piacentina stamani, a Bologna, nel 43° anniversario dell'attentato alla stazione ferroviaria, che causò la morte di 85 persone e 200 feriti. Anche il Gonfalone della nostra città, retto dal commissario maggiore della Polizia Locale Giuseppe Addabbo e dall'agente Nino Carota, ha sfilato tra gli stemmi e i labari che testimoniano il senso di profonda, autentica condivisione che unisce il Paese nel drammatico ricordo “di una strage che si imprime nella memoria collettiva – sottolinea Gazzolo, che ha manifestato la partecipazione di Piacenza anche al ministro dell'Interno Matteo Piantedosi e al sindaco di Bologna Matteo Lepore – come una delle pagine più buie nella storia italiana del Dopoguerra. La ricorrenza odierna è occasione non solo per onorare la memoria di chi perse la vita quel giorno, esprimendo solidarietà e vicinanza a tutti coloro che subirono, di quella tragedia, le gravissime conseguenze, ma anche per ribadire la più dura e ferma condanna nei confronti di ogni atto di terrorismo e violenza”.

“Essere qui, oggi – rimarca la presidente dell'assemblea consiliare di Piacenza – significa sostenere il diritto alla piena verità e alla giustizia di cui l'Associazione dei familiari delle vittime si è fatta costantemente portavoce, con appassionata dignità e tenacia. Come ha ribadito, nella sua dichiarazione diffusa proprio stamani, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al di là dell'accertata matrice neofascista e dei depistaggi portati alla luce dalle indagini giudiziarie, la ricerca della verità completa non si estingue con il trascorrere del tempo. E la presenza così numerosa e sentitamente partecipe di tante istituzioni e cittadini è il simbolo di principi, ideali e valori di democrazia e civiltà che siamo sempre chiamati a proteggere. Anche e soprattutto nel nome di chi oggi non può farlo insieme a noi”.

 

1612 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online