Martedì, 16 luglio 2024 - ore 21.50

Crema Il ricordo e l’impegno: Aldo Moro e Peppino Impastato, per amore della politica.

L'appuntamento avrà luogo il 9 maggio alle 21 presso Sala Costi (ex Folcioni) in Piazza Aldo Moro

| Scritto da Redazione
Crema Il ricordo e l’impegno: Aldo Moro e Peppino Impastato, per amore della politica.

Crema Il ricordo e l’impegno: Aldo Moro e Peppino Impastato, per amore della politica.

L’Amministrazione comunale di Crema ricorda Aldo Moro e Peppino Impastato all'interno della rassegna "La Storia Siamo Noi". Rosa Maria Messina e Giorgio Instabile Quick Putzolu reciteranno “È una questione di famiglia”.

Questo testo teatrale, scritto dallo stesso Giorgio, parla di “ due uomini coraggiosi e fuori dagli schemi, che, pur non avendo niente a che fare in termini di ideali, stili di vita, prospettive e strategie sulla necessità di cambiare il mondo, hanno in comune un senso del dovere e della giustizia che, alla fine li renderà molto più simili di quanto le apparenze non facciano apparire!

Due storie di persone che scelgono, attraverso un doloroso percorso fatto anche di solitudine, l’amore per la libertà nell’accezione più alta e nobile possibile!

Due uomini consapevoli del loro ruolo, che si mettono quindi, coraggiosamente, alla testa del progresso e del cambiamento.

Due uomini che hanno capito che la loro libertà dipende dalla libertà di tutti, la dignità degli altri dalla difesa della loro, che vale la pena rischiare qualcosa di personale a vantaggio di tutti...”

L'appuntamento avrà luogo il 9 maggio alle 21 presso Sala Costi (ex Folcioni) in Piazza Aldo Moro e sarà il primo di una serie di appuntamenti pubblici per ricordare  questi due grandi personaggi della storia italiana, in occasione dell’anniversario della loro uccisione.

Aldo Moro, politico democristiano, fu sequestrato e assassinato dalle Brigate Rosse nel 1978. La sua figura rappresenta ancora oggi un esempio di integrità e coraggio nella difesa dei valori democratici.

Peppino Impastato, giornalista e attivista antimafia, fu ucciso dalla mafia nel 1978. La sua lotta contro la criminalità organizzata è stata un esempio di impegno civile e di coraggio nella denuncia dei soprusi.

L’iniziativa promossa dall’assessore alla Cultura, Turismo e Politiche Giovanili di Crema Giorgio Cardile ha lo scopo di tenere viva la memoria di questi due grandi uomini, al fine di ricordarne il sacrificio e l'impegno nella difesa dei diritti e dei valori fondamentali della democrazia.

La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

 

 

 

 

461 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online