Mercoledì, 17 luglio 2024 - ore 14.47

Crema La V edizione del festival letterario Inchiostro chiude in bellezza

Oltre 1000 presenze e in 3 giorni

| Scritto da Redazione
Crema La V edizione del festival letterario Inchiostro chiude in bellezza

Crema La V edizione del festival letterario Inchiostro chiude in bellezza oltre 1000 presenze e in 3 giorni

 È stato un week end all’insegna dei libri, degli scrittori e dei lettori quello che il festival letterario Inchiostro ha portato in città con grande entusiasmo. Da venerdì 16 a domenica 18 giugno i chiostri del Sant’Agostino e CremArena hanno ospitato 50 autori provenienti da tutta Italia, 35 eventi e 20 editori indipendenti. È stato un brulicare di presenze di tutte le età, una dimensione immersiva davvero unica per la città di Crema che ha potuto dar spazio al mondo del libro in una vera maratona, dalle 10 del mattino fino a tarda sera. A confermare il successo di questa V edizione è stato il pubblico, sempre attento e numeroso, insieme agli autori che si sono complimentati con il direttore artistico Lorenzo Sartori per l’ottima organizzazione, l’accoglienza calorosa e l’alto livello ormai raggiunto dalla manifestazione e la splendida cornice del complesso agostiniano, vero tesoro del patrimonio architettonico e culturale di Crema. In molti, autori e lettori, hanno scoperto la bellezza di Crema grazie al festival Inchiostro e in più occasioni hanno manifestato l’apprezzamento per il centro storico e la vivacità di questa cittadina.

Nelle 25 ore a tu per tu con gli scrittori Inchiostro ha registrato la presenza di un migliaio di spettatori che hanno abitato i chiostri alternandosi nel corso della giornata. Tra gli appuntamenti più apprezzati, accanto agli ospiti delle tre serate, Sandrone Danzieri, brillante e divertente, Ilaria Tuti, eterea e magnetica, Fabio Geda, abile analizzatore del mondo adolescenziale, il pubblico ha accolto con interesse Mattia Insolia, Beatrice Salvioni, Giuseppina Borghese e Olga Campofreda. Energia pura si è scatenata al Poetry slam che ha proposto un modo giovane e nuovo di guardare alla poesia e di farla amare anche dai ragazzi, mentre Davide Zilli ha esplorato i classici in maniera creativa grazie alla musica contemporanea.

Alla sua prima edizione, il concorso “Una città di libri” rivolto alle migliori vetrine della città a tema letterario ha visto al primo posto “Il Giardino del re”, seguito a pari merito da “Pasticceria Riva” e “Midali”, al terzo posto “Ottica Guarneri”. Un modo questo per radicare sempre di più il festival in città e creare una curiosa intersezione fra cultura ed economia, come ha avuto modo di sottlineare l’Assessore al Commercio Franco Bordo.

Soddisfazione e attenzione è stata espressa anche dall’Assessore alla Cultura Giorgio Cardile che ha portato i saluti dell’Amministrazione alla serata inaugurale e ha poi seguito il festival nelle giornate successive.

La prossima edizione di Inchiostro è già nei pensieri del direttore Sartori e le date saranno 21, 22 e 23 giugno 2024.

 Ufficio stampa iagostudio – maraiagostudio@gmail.com cell 3383246269

450 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online