Sabato, 22 settembre 2018 - ore 09.25

Crema Università Crema Acsu incontra i parlamentari e consiglieri regionali eletti

Lunedì 12 marzo Acsu ha concluso il suo giro di incontri nell’ambito dei confronti e riflessioni sul destino del dipartimento di Informatica a Crema, interessato da una delibera dei docenti favorevoli alla riunificazione delle sedi a Milano in via Celoria.

| Scritto da Redazione
Crema Università Crema Acsu incontra i parlamentari e consiglieri regionali eletti Crema Università Crema Acsu incontra i parlamentari e consiglieri regionali eletti

Crema Università Crema Acsu incontra i parlamentari e consiglieri regionali eletti

Lunedì 12 marzo  Acsu ha concluso il suo giro di incontri nell’ambito dei confronti  e riflessioni sul destino del dipartimento di Informatica a Crema, interessato da una delibera dei docenti favorevoli alla riunificazione delle sedi a Milano in via Celoria.

Acsu ha fissato un appuntamento con il Rettore prof. Vago per il 14 marzo, data in cui Acsu intende arrivare con una posizione unitaria del territorio.

Ieri pomeriggio, l’Associazione Cremasca Studi Universitari, rappresentata dal suo presidente, Stefania Bonaldi, da Marco Bressanelli, Giulio Baroni, Cristina Crotti, ha incontrato i neo eletti in Regione e in Parlamento. Hanno partecipato Matteo Piloni, Federico Lena, Claudia Gobbato, Silvana Comaroli. Assente giustificato il neo consigliere regionale Marco degli Angeli, che ha mandato due rappresentanti per poter riportare i termini della discussione. Presenti anche Pierpaolo Soffientini di Confartigianato, Ilaria Massari, direttore di Reindustria,  Massimiliano Falanga, direttore degli Industriali di Cremona.

L’obiettivo principale di Acsu, quello di arrivare all’incontro col Rettore con una posizione condivisa da tutto il territorio, è fortemente sostenuto anche dai neo eletti, i quali hanno anche assicurato l’intenzione di attivarsi al più presto nelle rispettive sedi e nei confronti del nuovo assessore regionale e del nuovo ministro per porre l’attenzione sul destino dell’Università a Crema.

Confermato l’interesse per i nuovi corsi professionalizzanti che possano fornire tecnici altamente specializzati all’industria cosmetica e quella meccanica del territorio, mantenendo sul medio lungo termine l’obiettivo, forti dello studio appena commissionato ad Ambrosetti, di una formazione alta, universitaria, che sappia catturare una o più tendenze dello sviluppo economico del futuro, di conseguenza anche docenti e studenti.

 

267 visite

Articoli correlati