Venerdì, 20 settembre 2019 - ore 12.03

Cremona Luciano Pizzetti (Pd) Dopo la vittoria del No il parlamento è politicamente delegittimato. Meglio il voto (Video)

Confermato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dal Premier Gentiloni Luciano Pizzetti non ha dubbi: è necessario andare a votare al più presto con una nuova legge elettorale ‘ maggioritaria’. Ma il vento tira verso il proporzionale e le larghe intese ‘ed è per questo che non ha accettato di essere nominato Presidente della Commissione Riforme Costituzionali del Senato.

| Scritto da Redazione
Cremona Luciano Pizzetti (Pd)  Dopo la vittoria del No il parlamento è politicamente delegittimato. Meglio il voto (Video) Cremona Luciano Pizzetti (Pd)  Dopo la vittoria del No il parlamento è politicamente delegittimato. Meglio il voto (Video) Cremona Luciano Pizzetti (Pd)  Dopo la vittoria del No il parlamento è politicamente delegittimato. Meglio il voto (Video) Cremona Luciano Pizzetti (Pd)  Dopo la vittoria del No il parlamento è politicamente delegittimato. Meglio il voto (Video)


In questa conversazione un Pizzetti a tutto campo e senza peli sulla lingua: ‘ Dopo  la sconfitta sul  referendum-che ha bocciato la riforma- questo parlamento già contestato ( vedi sentenza sul Porcellum) …. è delegittimato politicamente e quindi il sistema democratico richiede di andare al voto al più presto con una nuova legge elettorale.’

‘Le priorità del Governo Gentiloni  sono dettate dalla  contingenza-prosegue Pizzetti- ed in particolare il tema del lavoro ( a seguito dei referendum Cgil), tutelare i risparmiatori e non i banchieri ( rispetto alla crisi delle banche) e la legge sulla concorrenza e quindi andare al voto’.

Sui referendum proposti dalla Cgil  Pizzetti ritiene che ‘ sull’articolo 18 la Consulta abbia confermato i contenuti del Jobs Act, mentre sui voucher –attivati da precedenti governi- anche se si andrà ad alcune modifiche si dovrà fare il referendum’.

In particolare sui voucher Pizzetti  evidenzia che ‘ non devono essere aboliti ma fortemente circoscritti –per evitare eccessi-  a piccoli lavori occasionali che non si possono normare diversamente e che quindi per questo il referendum resterà in piedi’.

E’ sulla legge elettorale dove si manifesta la sua contrarietà alla ipotesi  di un ritorno al sistema proporzionale : ‘Il Pd è per il Mattarelum, ma da solo riuscirà a far approvare la legge. Si tratta di vedere i contenuti della sentenza della Consulta, ma è chiaro che la preferenza del parlamento attuale è per un ritorno al sistema proporzionale. Questo riporterà al consociativismo ed alle larghe intese ( anche per il fatto che esistono tre poli che sono equivalenti)- ed alla perdita di peso politico del centrosinistra ed è per questi motivi che non ho  accettato di presiedere la Commissione Costituzionale del Senato’.

Video di Gian Carlo Storti welfare cremona 13 gennaio 2017                   

 

2390 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online