Lunedì, 16 dicembre 2019 - ore 13.17

Cremona, Padania Acque : l’assemblea dei soci approva la revisione del budget 2019 e l’acquisizione dei rami idrici delle società patrimoniali

Nella serata di mercoledì 31 luglio si è svolta, presso l’Auditorium AVIS Comunale di Cremona, l’Assemblea ordinaria degli azionisti di Padania Acque a cui hanno partecipato i sindaci, o loro delegati, rappresentanti l’87,47% del capitale sociale.

| Scritto da Redazione
Cremona, Padania Acque : l’assemblea dei soci approva la revisione del budget 2019 e l’acquisizione dei rami idrici delle società patrimoniali Cremona, Padania Acque : l’assemblea dei soci approva la revisione del budget 2019 e l’acquisizione dei rami idrici delle società patrimoniali

Cremona, Padania Acque : l’assemblea dei soci approva la revisione del budget 2019 e l’acquisizione dei rami idrici delle società patrimoniali

Nella serata di mercoledì 31 luglio si è svolta, presso l’Auditorium AVIS Comunale di Cremona, l’Assemblea ordinaria degli azionisti di Padania Acque a cui hanno partecipato i sindaci, o loro delegati, rappresentanti l’87,47% del capitale sociale.

L’assemblea è stata introdotta dal Presidente Claudio Bodini, il quale ha innanzitutto augurato buon lavoro ai nuovi sindaci, eletti nel corso delle consultazioni elettorali dello scorso 26 maggio, e ha ringraziato i primi cittadini uscenti per aver contribuito al percorso di crescita di Padania Acque attraverso una proficua e costante collaborazione.  «Un impegno che il nostro Consiglio di Amministrazione aveva preso nei confronti dei soci e che oggi si concretizza, ha dichiarato Bodini. Ratifichiamo l’incorporazione dei rami d’azienda delle società partecipate della provincia di Cremona: SCRP – Società cremasca Reti e Patrimonio, ASM Castelleone S.p.A., ASPM Soresina Servizi S.r.l., Gisi S.p.A, mentre nei prossimi mesi concluderemo anche l’acquisizione di ASM Pandino. Termina così un lungo percorso di razionalizzazione del servizio pubblico più essenziale per la vita dei cittadini, come sottolineato anche dal Parlamento europeo che lo scorso 28 marzo ha approvato la direttiva sull’acqua potabile al fine di garantire l’accesso universale all’acqua pulita, incoraggiando il consumo dell’acqua di rubinetto anche nei ristoranti, nelle mense, a scuola e in generale in tutti i luoghi pubblici. Padania Acque sta sviluppando un progetto ambizioso che nei prossimi anni garantirà maggiore fruibilità del servizio e acqua di rete per tutti attraverso la capillare diffusione sul territorio delle case dell’acqua e delle fontanelle per interni denominate “Acqua Point”».

L’Amministratore delegato Alessandro Lanfranchi ha poi illustrato l’aggiornamento in corso d’anno del budget economico, variato in funzione dei trasferimenti delle società partecipate che si concluderanno entro il 2019, sottolineando anche la programmazione di importanti investimenti al sistema fognario e di depurazione. «L’operazione di acquisizione dei rami di azienda ammonta a circa 22,5 milioni di euro, ha dichiarato Lanfranchi. Un intervento che ha richiesto tempo in ragione della complessità del lavoro di valutazione degli asset in oggetto. Nel prossimo mese procederemo con la sottoscrizione degli accordi e in autunno arriverà il finanziamento».

La parola è poi passata al Presidente del Comitato Consultivo Luigi Guarneri, il quale ha illustrato l’attività di controllo effettuata nell’ultimo anno e mezzo sull’operato di Padania Acque e del suo Organo amministrativo. In modo particolare è stato verificato il pieno raggiungimento degli obiettivi societari relativi alla Gestione tecnica ed amministrativa con una valutazione più che positiva in termini di qualità e innovazione del servizio erogato, di realizzazione degli investimenti pianificati dal Piano d’Ambito (industrializzazione, tele-controllo), di efficienza e solidità economico-finanziaria.

Degli 11 componenti del Comitato consultivo sono stati riconfermati il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti e quello di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni, l’assessore del Comune di Crema Cinzia Fontana, il primo cittadino di Castelverde Graziella Locci, di Pieve d’Olmi Attilio Zabert, di Soresina Diego Vairani e di Salvirola Nicola Marani,  mentre nuovi membri sono il sindaco di Robecco d’Oglio Marco Pipperi , il sindaco di Pandino Piergiacomo Bonaventi, il vicesindaco di Spino d’Adda Enzo Galbiati, e il vicesindaco di Torre de’ Picenardi Franco Potabili Bertani.

L’Assemblea dei soci ha anche il compito di nominare tre dei membri del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Banca dell’Acqua Onlus. Nel corso della seduta sono stati riconfermati il presidente Angelo Mantovani, il vicepresidente Marco Parolari e il prof. Riccardo Groppali.

L’Assemblea ha infine rinnovato il Collegio dei revisori composto da Marco Todeschini, Veronica Grazioli e Andrea Bignami.

Cremona, 1° agosto 2019

430 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online