Sabato, 25 settembre 2021 - ore 04.46

Diritti umani e Premio Sakharov 2012

| Scritto da Redazione
Diritti umani e Premio Sakharov 2012

Iran Human Rights Italia partecipa al dibattito, organizzato da Amnesty International:
“Le primavere del Medio Oriente e dell’Africa del Nord: il ruolo delle donne”
Quest’anno il premio Sakharov per la libertà di pensiero, riconoscimento istituito dal Parlamento europeo, è stato assegnato ai dissidenti iraniani Nasrin Sotoudeh, avvocatessa per i diritti umani, e Jafar Panahi, regista cinematografico.
Proprio la storia di Nasrin Sotoudeh è esemplificativa della condizione femminile in Iran e di come le donne siano in prima linea per la difesa dei diritti civili nel Paese.  Classe 1963, Sotoudeh ha rappresentato legalmente molti dissidenti incarcerati dopo le contestate elezioni presidenziali del 2009, oltre ad aver difeso minori a rischio di esecuzione, donne e prigionieri di coscienza. Madre di due bambini, è stata arrestata il 4 settembre 2010 con l’accusa di propaganda antigovernativa, e condannata a 6 anni di carcere. Da circa 26 giorni si trova in sciopero della fame per protestare contro le vessazioni che la sua famiglia è costretta a subire da parte delle autorità giudiziarie. Del suo caso, e di quello di molte altre donne iraniane, si discuterà martedì 13 novembre 2012, dalle 16.30 alle 19, presso l’Ufficio d’informazione del Parlamento europeo in Italia, sala delle Bandiere, in via IV Novembre 149, a Roma.
In allegato il programma completo dell'evento. 
 
 
Iran Human Rights Italia Onlus
Ufficio Stampa - 327.8697107

793 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria