Giovedì, 12 dicembre 2019 - ore 14.10

Il PD ADERISCE AL flash mob del 7 dicembre NO AL RIDIMENSIONAMENTO TERAPIA INTENSIVA NEONATALE-Ospedale di Cremona

In una lettere agli iscritti ed elettori Vittore Soldo , segretario provinciale PD, aderisce al flash mob del prossimo sabato 7 dicembre indetto dai genitori di Lucrezia, nata prematura a Cremona nel 2017. In allegato lettera aperta di Michel Marchi e Francesca Pontiggia che invitano a partecipare alla manifestazione.

| Scritto da Redazione
Il PD ADERISCE AL flash mob  del 7 dicembre  NO  AL RIDIMENSIONAMENTO TERAPIA INTENSIVA NEONATALE-Ospedale di Cremona

Il PD ADERISCE AL flash mob  del 7 dicembre  NO  AL RIDIMENSIONAMENTO TERAPIA INTENSIVA NEONATALE-Ospedale di Cremona

In una lettere agli iscritti ed elettori Vittore Soldo , segretario provinciale PD, aderisce al flash mob  del prossimo sabato 7 dicembre indetto dai genitori di Lucrezia, nata prematura a Cremona nel 2017. In allegato lettera aperta di Michel Marchi e Francesca Pontiggia che invitano a partecipare alla manifestazione.

Di seguito la Lettera di Vittore Soldo

Carissime, Carissimi, come avrete letto dagli organi di stampa, l'Unità di Terapia Intensiava Neonatale dell'Ospedale Maggiore di Cremona, verrà ridimensionato, ridotto.

Questo è un brutto e triste segnale per la nostra provincia che sconta già troppi ritardi nei cofnronti di quelle infrastrtture strategiche che rendono un territorio luogo di opportunità e di crescita e proprio per questo ancora attrattivo per aziende e cittadini, per lavoro e sviluppo.

Questo ridimensionamento è l'ennesimo segnale che Regione Lombardia, governata dalla Lega di Fontana, applica le logiche aziendalistiche alla sanità, ai trasporti pubblici e a tutti presidi che invece dovrebbero essere considerati importanti e fondamentali per un territorio come il nostro, che paga già un conto troppo salato per essere distante dai centri lombardi maggiori e per la mancanza di un collegamento veloce verso Milano e l'Emilia.

Questo ridimenzionamento rientra nella logica della Lega e del centro destra che governa la Regione da più di 20 anni: impoverire le strutture pubbliche per far crescere e ingrassare le strutture private in modo che tra non molto, si passerà ad una sanità basata sull'intermediazione delle polizze assicurative e quindi sulle strutture sanitarie private, lasciando le strutture pubbliche in abbandono e destinate ad un'utenza di serie "B".

La Lega sta demolendo e generando le condizioni per un lento e progressivo abbandono della nostra provincia e dei nostri territori.

Noi democratici non possiamo assecondare questo modello e questa deriva.

Contro il ridimensionamento della UTIN dell'Ospedale Maggiore di Cremona ci sarà un presidio con flash mob, SABATO 7 DICEMBRE ALLE ORE 10 NEL PIAZZALE DELL’OSPEDALE.

Invitiamo tutti i democratici cremonesi a partecipare al presidio senza bandiere, dando eco a questa iniziativa e a questa presa di posizione del PD Cremonese e ad aderire alla raccolta firme contro il ridimensionamento dell'UTIN.

Vittore Soldo, segretario provinciale PD

Ai seguenti link trovere ulteriori informazioni rispetto all'iniziativa di sabato 7 dicembre, presso l'Ospedale Maggiore di Cremona:

https://www.facebook.com/events/3493520177390143/3505283089547185/?notif_t=admin_plan_mall_activity&notif_id=1575234848259342

 

Per firmare la raccolta firme contro il ridimensionamento dell'UTIN: http://chng.it/w8WMHpQDmJ  

In allegato lettera aperta Marchi/Pontiggia

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

234 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online