Sabato, 22 gennaio 2022 - ore 23.51

IL TEATRINO DELLA POLITICA E LA VOGLIA DI ANDARE CONTROCORRENTE|G.Sante

| Scritto da Redazione
IL TEATRINO DELLA POLITICA E LA VOGLIA DI ANDARE CONTROCORRENTE|G.Sante

Il teatrino della politica che si è svolto in questi giorni in Parlamento, il dramma della morte di centinaia di immigrati, uomini, donne e bambini deve far riflettere tutti.
Non è possibile che tutto continui a cadere nell'indifferenza, che vuote parole condizionino il vivere quotidiano, fino a quando questo sarà sopportato?
E' una situazione che in altri momenti avrebbe allertato tante coscienze.

Ci si riempie la bocca di Europa, ma poi alla fine non è l'Europa dei popoli è l'Europa delle banche è l'Europa che è insensibile al dramma di tante vite spezzate.

Purtroppo viviamo in un tempo dove più che alle idee SI pensa al personalismo, all'immagine, alla furbizia.

La politica  a certi livelli troppo spesso è vissuta come una buona occupazione, e quindi essendo una buona posizione è difficile  da  lasciare, a volte si cercano amicizie influenti, si costruiscono rapporti che nel tempo danno i frutti desiderati con l'obiettivo di perpetrare nel tempo quella occupazione, alcuni arrivano sino a cambiare casacca a rinnegare il loro vissuto precedente.

Questo è una parte del male del nostro paese.

Si avvicinano le elezioni amministrative  e queste sopratutto nei piccoli paesi  avranno una nuova normativa che  limita  il numero dei consiglieri comunali ,quasi a renderli ininfluenti nella vita amministrativa di una comunità.

Se a questa limitazione di numero di consiglieri si affianca l'elezione diretta del sindaco tutto diventa più complicato.

Perciò  è indispensabile costruire un programma credibile e sopratutto attuabile, dico questo perchè se andiamo a vedere i programmi presentati dalle ultime maggioranze che hanno retto le sorti di Gussola capiremmo che troppo spesso si riempiono capitoli con proposte che non saranno mai affrontate e realizzate, in pratica si getta fumo negli occhi ai cittadini.

La sinistra, il centrosinistra non lo possono fare

I cittadini di Gussola si ricordano il programma del centrodestra  di 15 anni fa dove era prevista la costruzione di una PISCINA ?, in consiglio comunale non se ne è mai discusso, a dire il vero l'attuale maggioranza non la mai tenuta in considerazione. Questo è solo un esempio dei tanti che potremmo elencare.

Quindi spersonalizziamo la vita amministrativa, costruiamo un collettivo che sia  in grado di affrontare le tematiche vitali di un paese come Gussola, poi verranno i candidati, verrà la scelta della figura del Sindaco che dovrà essere rappresentativa delle varie sensibilità e che raccolga sopratutto la fiducia di larga parte della popolazione di Gussola.

Nel nostro piccolo andiamo controcorrente, diamo peso e sostanza alle idee, l'immagine  momentanea può essere anche graziosa ma con il tempo poi arrivano le rughe.

Gerelli Sante

circolo sinistra ecologia e Libertà Gussola

2013-10-04

818 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria