Lunedì, 20 maggio 2024 - ore 12.08

“L’ultima cena” di Leonardo: si paga di più per saltare la fila (che non c’è)

“Altreconomia” denuncia il fenomeno del secondary ticketing a Milano: i biglietti per musei e mostre acquistati in stock e rivenduti su internet con ricarico

| Scritto da Redazione
“L’ultima cena” di Leonardo: si paga di più per saltare la fila (che non c’è)

Dal Cenacolo vinciano di Milano agli Uffizi di Firenze, il patrimonio culturale e museale italiano è nella morsa del secondary ticketing: società private che acquistano stock di biglietti d’ingresso per mostre e musei e poi li rivendono, con ricarico, su internet. Tra i casi, anche quello dell’Ultima cena: una società di diritto tedesco offre a 29 € l’opzione Skip the line, “salta la fila”, per visitare il capolavoro di Leonardo da Vinci. Ma l’opera (che è patrimonio Unesco) può essere visitata solo prenotando in anticipo data e ora, acquistando un biglietto che costa 8 €. Il legale del Codacons dichiara: «Una pratica commerciale scorretta». Questa e altre notizie su Altreconomia di settembre.

1296 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria