Giovedì, 20 gennaio 2022 - ore 18.03

La Maratonina città di Cremona da i numeri

Il centralissimo Hotel Impero ha ospitato in serata l’ultimo appuntamento istituzionale che precede l’edizione numero quindici della Mezza Maratona Città di Cremona: Michel Solzi, presidente del Cremona Runners Club, in compagnia del professor Gianluca Galimberti, sindaco della città lombarda, ha presentato i top runner che si sfideranno sulle strade cittadine, oggi domenica 16 ottobre 2016,, assegnando loro i pettorali di gara.

| Scritto da Redazione
La Maratonina città di Cremona da i numeri

“Siamo a quota quindici, ma l’emozione è quella della prima volta”, esordisce Michel Solzi, “anche perché quest’anno abbiamo tantissime novità: dal percorso alla staffetta HMC You&Me passando per il Family Tour, splendida idea di Mario Pedroni, anima della nostra maratonina, che domattina illustrerà le bellezze della nostra città ai trenta fortunati iscritti a questa iniziativa.” Segno, quest’ultimo, del legame sempre più forte che unisce Cremona allo sport e, nello specifico, alla sua maratonina. “La nostra Mezza Maratona è un appuntamento sempre più importante, sintomo di sincronia e ottima collaborazione tra pubblico e privato”, prosegue il sindaco Gianluca Galimberti.

 A questo punto, il momento clou dell’appuntamento sportivo cremonese.

Spetta a Fabio Rossi, direttore di Podisti.Net, media partner della manifestazione, per l’occasione anche unica ed esclusiva agenzia fotografica ufficiale dell’evento, chiamare gli atleti elite per la consegna dei pettorali.

 Per cavalleria, precedenza alle ragazze.

E’ una brillante Deborah Toniolo (1:12’14”) con l’immancabile dolce sorriso, a ritirare il pettorale numero F1 dalle mani del presidente Solzi.

A seguire, Emma Linda Quaglia (1:12’37”), campionessa europea a squadre di maratona a Zurigo 2014 come l’atleta che l’ha preceduta, cui spetta il numero F2.

E’ poi la volta di Anna Spagnoli (1:15’51”), lo scorso anno vicecampionessa italiana di maratona, che correrà con il pettorale F5.

A chiudere questo straordinario poker d’assi, la keniana Pauline Eapan, fresca del pb 1:12’52” sulla distanza, crono che le ha portato il successo alla Maratonina di Udine; a lei è stato riservato il numero F10.

 Tra gli uomini, sono invece gli atleti della nutrita compagnie africana i primi a ricevere i pettorali gara.

Il 14 va al favorito della vigilia, il keniano Paul Kariuki Mwangi (1:01’31”), medaglia d’argento alla Stramilano e oro alla Tre Campanili Half Marathon di Vestotene nel 2016.

Numero 4 per il connazionale Hosea Kisorio Kimeli (1:01’59”), il veterano della prova cremonese alla quale ha già preso parte per ben quattro volte.

Non solo la vincitrice della Maratonina di Udine targata 2016, ma anche il vincitore della stessa prova - anno 2015, però-  sarà domattina al via a Cremona: Joash Kipruto Koech (1:02’04”) partirà con il 3.

Pettorale numero 6 per il keniano Victor Kimutai Chumo, che vanta un personale di 1:02’14” corso all’inizio di ottobre a Trento.

Si presenta con un crono di 1:03’00” Paul Tiongik che, proprio qui a Cremona ha siglato il personale. A lui è stato riservato il 5.

A chiudere la folta compagine bianco-rosso-nera, Kanda Jonathan Kosgei (1:03’56”) al via col 27.

Ancora Africa, non più Kenya, ma Marocco: Lhoussaine Oukhrid (1:02’41”), a Cremona per la terza volta, correrà domani con il numero 8.

Gran finale con gli azzurri al via della prova lombarda il cui numero si è arricchito di tre nomi pesanti – ricordiamo l’assenza di Daniele D’Onofrio causa infortunio. E’ un gradito ritorno nella città delle tre t quello di Alessandro Giacobazzi, classe 1996. Lo scorso anno impegnato nell’Incontro Internazionale Juniores Italia-Francia – terzo di categoria in 30’30” e quarto una settimana fa a Rennes sulla medesima prova con un crono migliore di 30”, a Cremona si mette ora in gioco sui 21K. Pettorale numero 10 per questo atleta che vanta un pb di 1:05’50”.

Correrà invece con il numero 11 Yassine El Fathaoui, atleta italo-marocchino tesserato per il Casone Noceto, che ha fermato il cronometro a 1:04’17” quest’anno a Fucecchio.

Le tre sorprese della vigilia sono invece Paolo Zanatta (1:06’21”), portacolori del FS Fiamme Oro Padova, cui l’organizzazione ha riservato il pettorale 15; Marco Najibe Salami (1:05’13”), tesserato per il CS Esercito e in corsa con il prestigioso numero 1; e Nekagenet Crippa (1:05’31”), il maggiore della coppia d’oro dei fratelli dell’atletica italiana , finalmente tornato alla corsa,  sulle cui spalle brillerà il numero 32.

 A conclusione della serata, la consegna ai sette veterani cremonesi della mezza maratona che non hanno mai perso un’edizione della classica d’autunno: Marco Borsella, Paolo Brambilla, Franco Fornaciari, Giancarlo Lupi, Giorgio Milanesi, Giovanna Mondini e Andrea Taino.

 Rimane poi il tempo per le foto e i saluti di rito prima di avviarsi verso il ristorante per cena. Poi, tutti a letto presto: domani va in scena la quindicesima Mezza Maratona Città di Cremona.

 

1547 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online