Lunedì, 27 maggio 2024 - ore 11.48

Liceali Milano, noi che torniamo in classe devastati

Al liceo Carducci, ''troppi in aula e ci riempiono di verifiche''

| Scritto da Redazione
Liceali Milano, noi che torniamo in classe devastati

"Devastati emotivamente": così Luca, quarto anno del liceo classico Carducci, uno degli istituti storici di Milano, descrive i suoi compagni, nel giorno del rientro più massiccio in presenza con l'ingresso in zona gialla della Lombardia. Da oggi infatti nella scuola in zona Loreto prime e quarte sono in aulla tutti i giorni, mentre le altri classi si alternano.

"Siamo contenti di tornare a rivedere una qualche forma di normalità ma - racconta Luca prima di entrare a scuola - chiedevamo un rientro in sicurezza e non sappiamo se questo lo sia". Dal loro punto di vista, infatti, "ci sono ancora esuberi", ossia troppa gente in classe. E poi, sotto l'aspetto della didattica, "quando siamo in classe ci coprono di verifiche. Se andiamo un giorno sì e uno no è fattibile, ma se facciamo una settimana in dad e una in presenza, quando sei in classe diventa infernale".

Tornare a scuola è anche un modo per rivedersi: "Sentendo i compagni non c'è un clima contento, c'è esasperazione per la pandemia e questa sensazione di navigare a vuoto e alla cieca, tanto rispetto ai programmi quanto al si torna o non si torna davvero in classe. Per noi - conclude Luca, che aveva occupato con altri compagni il liceo lo scorso 8 aprile per chiedere un rientro in sicurezza - non è finita qua". (ANSA).

268 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria