Sabato, 13 luglio 2024 - ore 05.57

LODI Infocultura n. 741 del 13/06/2024

Lodi al sole Parte la rassegna di eventi culturali e artistici Lodi al Sole 2024. Dal 13 giugno al 15 settembre

| Scritto da Redazione
LODI Infocultura n. 741 del 13/06/2024
 

Le iniziative in città

 

Parte la rassegna di eventi culturali e artistici Lodi al Sole 2024. Dal 13 giugno al 15 settembre le piazze ed i luoghi culturali della città si animano per una stagione estiva di cultura, intrattenimento, inclusione e partecipazione.

 

Dal 13 al 16 giugno grandi ospiti per la prima edizione del Festival letterario Il Fiume dei Libri. Giovedì 13 alle ore 19.00 Giulia Ichino (direttrice editoriale di Bompiani) dialogherà con Ilaria Rossetti, in libreria con La fabbrica delle ragazze e con Marta Stella, autrice di Clandestine, storia del difficile cammino delle donne verso l’autoaffermazione; alle ore 20.00 il Premio Strega 2019 Antonio Scurati con Fascismo e populismo. Mussolini oggi intervistato dal giornalista Roberto Arditti.

 

In occasione della prima edizione del festival letterario “Il Fiume dei Libri", la Biblioteca Comunale Laudense si fa fiume con due installazioni, una nella Sezione adulti e una nella Sala dei Filippini per esplorare i generi proposti dagli autori del festival ed esporre un'ampia selezione di pezzi riguardanti il fiume Adda. 

 

Comunicazione: torna il tradizionale appuntamento per promuovere attività di volontariato estivo per i giovani. Dal 13 giugno al 4 luglio  puoi conoscere le varie opportunità di prestare servizio volontario in molteplici ambiti di impegno sociale: servizi alla persona e alle famiglie (anziani, minori, disabilità), ambiente, iniziative interculturali, protezione animali. Sede Informagiovani in Piazza Broletto,  ogni giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.30.

 

GIUGNO PRESSO SPAZIO 21. Sabato 15 Giugno alle ore 17,30 in occasione del finissage della mostra in corso LEGAMI FRAGILI a cura di Raffaele Quattrone, viene proposto un momento di approfondimento e lettura poetica dedicato a Roberto Rebora: SAPER DIRE CIELO, in via San Fereolo 24.

 

Prosegue la rassegna dedicata a valorizzare gli strumenti di prestigio, restaurati e funzionanti, selezionati in un’area che idealmente coinvolge territori lungo il corso del fiume Adda e Lambro. Domenica 16 giugno a Lodi Vecchio, Basilica di San Bassiano ore 16.00 visita - ore 16.30 concerto.

 

È la carta la protagonista di questo evento, la carta come denominatore comune fra poesia e illustrazione, a sfumare i confini che separano due arti in continuo dialogo fra loro. L’haiku è una forma di componimento poetico sviluppatosi in Giappone nel XVII secolo e tutt’oggi sentita e praticata. Sino al 16 giugno presso lo spazio Bacillo - contaminazioni artistiche.

 

Martedì 18 giugno l'Università degli Studi di Milano racconta i suoi primi cento anni attraverso dieci oggetti “narranti” la storia dell’Università, parte dell’immenso patrimonio scientifico, culturale e museale di cui l’Ateneo milanese è stato artefici durante il centenario di vita. L’evento si aprirà alle ore 18.00, nell’atrio della Facoltà, Polo di Lodi.

 

Il tema della coppia affrontato in modo sintetico come solo le vignette possono fare. Michele Romano in arte Micro espone la sua visione sull'argomento in questa mostra allestita presso la Biblioteca Laudense sino al 23 giugno.

 

Mostra di incisioni contemporanee realizzate in occasione delle celebrazioni per i 100 anni dalla nascita di Italo Calvino, un viaggio nel pensiero di Calvino attraverso una lettura per immagini della sua forza poetica, narrativa, immaginifica. Sino al 30 giugno in Bipielle Arte.

 

La mostra di acquerelli che Florentina Panainte porta nella rassegna Arte in Atrio esplora il concetto di introspezione, come un viaggio che si svolge all’interno e all’esterno di noi stessi. Il pubblico è invitato a guardare le dodici opere oltre la superficie, a esplorare nei labirinti della propria interiorità. Sino al 2 luglio in Bipielle Arte.

 

Mostra personale di MRZB, l'esposizione proseguo di fare collettivo. Appropriandosi e portando alla deriva i formati dello spettacolo, MRZB ha prodotto assemblaggi polifonici e microcosmi patetici che incorporano e risignificano i detriti della cultura contemporanea occidentale.  Platea | Palazzo Galeano sino al 31 luglio.

207 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online