Lunedì, 25 maggio 2020 - ore 02.37

Mostra collettiva "Lungo il fiume e tra gli alberi, paesaggi padani"

Inaugurata il 10 maggio a Palazzo Quaranta

| Scritto da Redazione
Mostra collettiva

E' stata inaugurata sabato 10 maggio, la mostra dal titolo "Lungo il fiume e tra gli alberi, paesaggi padani" a Isola Dovarese, nella suggestiva cornice di Palazzo Quaranta. La collettiva è il primo evento dell'anno associativo 2014 organizzato da CremonArte; con loccasione il Presidente Giuseppe Termenini e gli associati storici, hanno dato il benvenuto ai diversi nuovi iscritti che da questanno hanno deciso di entrare a far parte del gruppo; elevata la presenza di giovani talenti che hanno ritenuto opportuno confrontarsi con i loro colleghi più esperti. Tra le novità che riguardano lassociazione, anche una nuova collaborazione con la galleria Cremonabooks di Largo Boccaccino a Cremona. La mostra vuole essere un omaggio al territorio in cui i nostri artisti vivono, ricco di corsi d’acqua, primo fra tutti il grande fiume Po. Ognuno ha elaborato il tema seguendo il suo stile e la sua tecnica preferita. Allevento hanno presenziato il Presidente Termenini, l’assessore alla cultura del Comune di Isola Dovarese e quasi tutti i 35 iscritti, presentati dalla critica darte Elena Dagani; per concludere l’autore Vincenzo Montuori  ha letto alcuni passi da lui scritti sul tema del paesaggio fluviale. La direzione del suggestivo Palazzo Quaranta ha accolto e ospitato i partecipanti organizzando un rinfresco con prodotti tipici di ottima qualità e proponendo una cena con un particolarissimo menù degustazione. La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino alla prima settimana di settembre.

Fonte: Cremonabooks

1094 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Coronavirus Salviamo il Paesaggio Nazionale  invia importante lettera a Conte | Dina Rosa

Coronavirus Salviamo il Paesaggio Nazionale invia importante lettera a Conte | Dina Rosa

Salviamo il Paesaggio Nazionale invia importante lettera a Conte con l’intento di indicare delle linee guida in vista della ripresa delle attività nei vari settori. Ritengo estremamente necessario che il ritorno alla normalità costituisca anche un cambiamento di rotta, per non trovarci presto in una situazione analoga a questa, se non peggiore. I cittadini devono essere consapevoli di questo.