Martedì, 28 maggio 2024 - ore 21.09

Pandino ECCO CHI SONO I CANDIDATI CONSIGLIERI A FIANCO DI LUIGI GALIMBERTI

Il candidato sindaco Luigi Galimberti ha svelato i nomi dei candidati consiglieri schierati al suo fianco

| Scritto da Redazione
Pandino ECCO CHI SONO I CANDIDATI CONSIGLIERI A FIANCO DI LUIGI GALIMBERTI

Pandino ECCO CHI SONO I CANDIDATI CONSIGLIERI A FIANCO DI LUIGI GALIMBERTI

La lista civica Uniamo Pandino si è ufficialmente presentata: venerdì 3 maggio, presso la sede elettorale di via Umberto I° n.42 a Pandino, il candidato sindaco Luigi Galimberti ha svelato i nomi dei candidati consiglieri schierati al suo fianco: l’incontro con la stampa è stata l’occasione per dire qualcosa di sé e raccontare i motivi che li hanno spinti a correre alle elezioni amministrative dei prossimi 8 e 9 giugno.

Benedetta Oleari, 47 anni, lavora come paralegal: “Sono co-autrice del libro Le case raccontano... la Pandino che fu ma prima di tutto sono moglie e mamma. Servizi strutturati per la conciliazione vita-lavoro, una scuola che faccia cultura, una progettualità condivisa tra amministrazione comunale ed associazioni sportive e culturali, è questo che voglio garantire alle famiglie della nostra comunità candidandomi con la lista Uniamo Pandino”.

Cristiano Fusar Imperatore, 44 anni, progettista meccanico, impiegato in un’azienda che produce macchine utensili: “Vivo da sempre a Pandino con mia moglie e nostro figlio. Mi candido con la lista civica Uniamo Pandino perché, ritrovandomi nei principi espressi dalla nostra carta dei valori, ho deciso di dare il mio contributo con il massimo impegno, per migliorare insieme la nostra comunità nell’interesse dei cittadini, del territorio e per progettare al meglio il futuro”.

Rebecca Minoia, 18 anni, frequenta l'ultimo anno dell'Istituto Tecnico ad indirizzo turistico: “Vivo a Pandino da quando sono nata, cosi come i miei genitori. Attraverso il mio percorso di studi ho sperimentato l'esperienza Erasmus in Portogallo e uno stage linguistico in Irlanda che mi hanno dato la possibilità di aprire i miei orizzonti e arricchire le mie conoscenze. A Pandino faccio parte dell'Azione Cattolica Parrocchiale e dell'Associazione di Gemellaggio con Saint Denis En Val. Ho scelto di candidarmi con la lista Uniamo Pandino perché sono convinta sia arrivato il momento di dare spazio e voce alle richieste dei giovani che ad oggi non vedono un loro futuro a Pandino”.

Fabio Midali, 56 anni, risiede da sempre a Nosadello: “Convivo e ho una bimba di 7 anni. Ho lavorato per anni nell’azienda di famiglia, dal 1991al 2024 sono stato impiegato come magazziniere in una ditta nella quale poi sono diventato responsabile di produzione: ora ho chiuso i rapporti di lavoro e ho molto tempo da dedicare ad altre attività tra cui comunità e volontariato. Penso sia giusto e doveroso fare qualcosa per migliorare le condizioni dei nostri paesi , lo dobbiamo a chi lo ha fatto prima di noi e soprattutto per i nostri figli e penso che si possa fare tanto… per questo ho deciso di mettermi in gioco con Uniamo Pandino”.

Cinzia Tisacchi, 49 anni, vive da sempre a Pandino: “Sono mamma di quattro figli e attualmente sono impiegata presso la scuola dell’infanzia Calleri Gamondi, dove anni fa ho ricoperto il ruolo prima di consigliere e poi di Presidente. Credo nel mio paese e sono convinta che con Uniamo Pandino, mettendoci impegno e determinazione, si possa farlo tornare ad essere quello che la mia generazione ha vissuto, con il giusto decoro che merita. Vivendolo quotidianamente, nella scuola come nello sport e nello svago, penso di poter dare un valido contributo per risolvere le problematiche che ogni giorno accompagnano noi genitori e tutti i pandinesi”.

Gabriele Demuro, 52 anni, originario di Busto Arsizio, frequenta Pandino dal 1993 e ci si è stabilito nel 2008: “Sono sposato con Cristina, pandinese da generazioni e lavoro come impiegato presso un’azienda leader nel settore alimentare. Di Pandino ho sempre apprezzato, oltre alla bellezza, il suo essere a misura d’uomo, la convivialità e le eccellenze locali. La scelta di candidarmi con Uniamo Pandino è dettata dal volere un paese più sicuro, più sostenibile, più vivo e proiettato nel futuro”.

Barbara Bulgari, 57 anni, bresciana, vive a Pandino da 35 anni: “Qui ho creato la mia famiglia. Dopo il liceo e l'accademia di belle arti a Venezia, ho lavorato nel commercio per molti anni. Sono legata a Pandino poiché mio marito, nato e cresciuto qui, mi ha trasmesso l'amore per il suo paese che ora è anche il mio. Credo in un futuro sostenibile ed inclusivo, che preservi la natura e l'ambiente e rilanci la cultura , l'arte e la storia di questo territorio, valori che condivido con il gruppo Uniamo Pandino con il quale ho deciso di candidarmi”.

Jacopo Bacchi, 46 anni, sposato con due figlie: “Sono laureato in Economia, specializzato in tesoreria aziendale, aiuto le aziende a tenere sotto controllo i propri flussi finanziari. Nel 2009 con mia moglie ho aperto un asilo nido tuttora operante a Pandino. Dell’asilo seguo l'amministrazione e curo i rapporti con le istituzioni. Ringrazio sinceramente il gruppo Uniamo Pandino che mi ha coinvolto in questo appassionato progetto: mi candido per mettere a disposizione la mia competenza ed il mio entusiasmo”.

Luca Guarnaccia, 18 anni, vive a Pandino da sempre: “Frequento l’ultimo anno di istituto tecnico a indirizzo chimico, settore in cui mi specializzerò nei prossimi anni iscrivendomi alla facoltà di chimica industriale. Da diversi anni sono coinvolto in ambito parrocchiale, dove ho l’occasione di organizzare attività di animazione per bambini e ragazzi, insieme alla partecipazione attiva come membro del consiglio pastorale parrocchiale, in rappresentanza della sua componente giovanile. Ho deciso di candidarmi con Uniamo Pandino perchè credo vivamente nel mio paese e nei valori su cui si fonda, profondamente rappresentati dagli obiettivi che questa lista civica si propone”.

Erica Zaneboni, 30 anni, insegnante alla scuola primaria di Nosadello: "Sono sposata con Luigi e da un anno siamo genitori di Elia. Pandino, Nosadello e Gradella: in questi luoghi sono cresciuta e vorrei crescere la mia famiglia. Sono in Consiglio Comunale dal 2014 e ho sempre dato un contributo per il bene del mio paese, in ambito politico e in diverse associazioni. Benessere sociale, scuola e cultura sono per me i motori per far crescere una comunità. Sogno un futuro ricco di tutto ciò nel mio Comune e mi candido con Uniamo Pandino per realizzarlo, con competenza ed entusiasmo”.

Eliana Curti, 54 anni, vive a Pandino da quando si è sposata, 23 anni fa: “Ho tre figli

e lavoro in uno spaccio agricolo del territorio. Sono sempre stata attiva nella vita del paese, sia politica che sociale, in oratorio e come rappresentante dei genitori durante il percorso scolastico dei miei figli. La parola chiave per me è ascolto perché credo in una democrazia partecipata che sia portata avanti da e per i membri della nostra comunità: ecco perché mi candido con Uniamo Pandino”.

Michele Cicchetti, 50 anni, vive a Pandino da 10: “Sono sposato con Valeria, abbiamo 3 figli adolescenti e da 25 anni sono un imprenditore nel settore cosmetico.

Non mi sono mai schierato a livello politico ma ho accettato di far parte del gruppo Uniamo Pandino perché vorrei migliorare con il mio contributo il paese in cui vivo, per lasciare ai miei figli un luogo migliore di come l’ho trovato. Ho accettato la candidatura al fianco di Luigi Galimberti per l’empatia che ho avuto da subito con lui e perché condivido i valori del gruppo che ha costituito”.

Nelle prossime settimane la lista Uniamo Pandino diffonderà il programma elettorale anche attraverso incontri pubblici.

“Uniamo Pandino”, impegno civico per il futuro

330 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online