Sabato, 25 settembre 2021 - ore 04.56

Firma la petizione: NOI DONNE NON SIAMO ORME SULLA SABBIA Petizione a Sergio Mattarella e Mario Draghi

Un nutrito gruppo donne in rappresentanza di varie associazioni e strutture istituzionali invitano a firmare la petizione “NON SIAMO ORME SULLA SABBIA" al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed al Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi

NOI DONNE 'NON SIAMO ORME SULLA SABBIA' Petizione a Sergio Mattarella e Mario Draghi

Un nutrito gruppo donne in rappresentanza di varie associazioni e strutture istituzionali invitano a firmare la petizione  “NON SIAMO ORME SULLA SABBIA"  al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed al Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi

Ecco il testo della petizione

Al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

e al Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi

 “NON SIAMO ORME SULLA SABBIA"

CONDIVIDIAMO lo spirito e l’appello unitario di questi giorni per ricostruire l'Italia ma INSIEME alle donne, motore nelle società evolute. L'Italia non è un paese per donne, ancora troppo alto è il divario di occupazione femminile e di retribuzioni rispetto all'Europa, con grandi differenze tra Nord e Sud del Paese. Tra i primi impegni ed obiettivi del Governo Draghi va sviluppata e garantita la presenza delle donne nelle istituzioni politiche e nei luoghi della Governance del Paese, anche per superare la scarsa presenza delle donne in ruolo di rilievo nel mondo del lavoro pubblico e privato. Riteniamo positivo il riferimento nelle dichiarazioni programmatiche del Premier Draghi alla parità di genere, ci aspettiamo che divenga obiettivo strategico ed operativo per l'insieme delle politiche del Governo.

CHIEDIAMO come primo segnale concreto la presenza di almeno il 50% di donne tra i Sottosegretari , con particolare attenzione ai Ministeri economici ed ai luoghi dove si realizzeranno le progettualità del Piano Nazionale per il Rilancio, per l'utilizzo innovativo ed equilibrato dei Fondi europei New Generation, a partire dalla Transizione Ecologica e la Trasformazione Digitale, come richiesto dalle stesse istituzioni dell'Unione Europea, che ridia finalmente alle donne dignità decisionale, globale e solidale.

CHIEDIAMO la COSTITUZIONE DI UNA SEDE PERMANENTE DI CONFRONTO tra il Governo e le Reti delle Donne che garantisca un'effettiva tempestiva circolazione delle informazioni, dei documenti e delle normative in discussione e che consenta di incidere sulle decisioni reali nel Paese a partire da temi principali come la salute pubblica bene comune, il lavoro e le imprese femminili, la scuola ed il Terzo Settore.

Ci IMPEGNIAMO per tali finalità a mettere a disposizione di questo percorso innovativo le esperienze e competenze professionali ed associative delle donne, accomunate da una visione chiara e determinata nell’interesse generale dell’Italia.

Prime firmatarie:

GIUSEPPINA BONAVIRI,FONDATRICE RETE LA FENICE;

ISA MAGGI, PRESIDENTE STATI GENERALI DELLE DONNE, ALLEANZA DELLE DONNE;

MARIA TERESA LIPPIELLO, COMITATO SCIENTIFICO  STATI GENERALI DONNE

ILDE PLATEROTI, PRESIDENTE FONDAZIONE INCLUSIONE SALUTE E CURA ROMA LITORALE;

FEDERICA DE PASQUALE VICEPRESIDENTE CONFASSOCIAZIONI CON DELEGA PARI OPPORTUNITA’

 

Roma , 17/02/2021 Contatti   Isa Maggi  cell 3662554736  Giuseppina Bonaviri cell 347/0551481

Firme raccolte finora: 261

Firma ora la petizione!

Compila tutti i campi per firmare la petizione.
Il tuo indirizzo email non verrà mostrato
.
(max 300 caratteri)
Nome e Cognome CAP Data Commenti

Altre petizioni

NEL 2022 UNA DONNA AL QUIRINALE

UNA DONNA AL QUIRINALE è un percorso di consapevolezza e di responsabilità, rivolto ai politici, alle politiche e alla cittadinanza tutta.

L’appello ‘Mai più fascismi’

Una petizione unitaria sottoscritta da tutti i partiti della sinistra e del centrosinistra e da decine di associazioni popolari’. La raccolta delle firme continuerà nelle prossime settimane sia nelle sedi delle associazioni aderenti che nelle piazze di tutte le città.