Venerdì, 03 dicembre 2021 - ore 14.48

Piacenza a sostegno della campagna per il riconoscimento di fibromialgia

La petizione firmata dall'assessore Sgorbati

| Scritto da Redazione
Piacenza a sostegno della campagna per il riconoscimento di fibromialgia

Piacenza a sostegno della campagna per il riconoscimento di fibromialgia e altre patologie. La petizione firmata dall'assessore Sgorbati

Anche il Comune di Piacenza sostiene la campagna di sensibilizzazione che l'associazione Cfu Italia sta portando avanti, a livello nazionale, per chiedere allo Stato il riconoscimento di fibromialgia, encefalomielite mialgica – nota anche come sindrome da fatica cronica – e sensibilità chimica multipla come patologie invalidanti, prevedendo la parziale esenzione dal ticket sanitario e dei farmaci necessari per la loro cura.

L'assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati ha firmato stamani, in Municipio, la petizione popolare che il Comitato Fibromialgici Uniti ha attivato in tal senso, incontrando la referente piacentina Maria Carla Cejas. “E' fondamentale – sottolinea l'assessore – portare l'attenzione dell'opinione pubblica su malattie che, per i sintomi di forte malessere fisico che le caratterizzano, hanno un impatto gravoso sulla quotidianità delle persone che ne sono affette. A fronte delle difficoltà diagnostiche, tra l'altro, rischia di essere sottostimata anche l'incidenza tra il 2 e il 4% della popolazione, che tra le donne sale all'8-10% circa. Ogni opportunità di migliorare la continuità assistenziale, i percorsi di presa in carico dei pazienti e l'impegno per la ricerca scientifica è importante, affinché al peso del malessere fisico non debba sommarsi quello della solitudine o dell'inadeguata considerazione dei disagi e delle limitazioni che queste patologie comportano”.

“Dare voce alle persone che soffrono di queste malattie – rimarca a riguardo Maria Carla Cejas – significa sostenerle in modo fattivo nelle difficoltà che derivano dalla mancanza di centri di riferimento e dall'impossibilità di vedersi rimborsate le spese per essere curati, spesso dovendo rivolgersi a molteplici strutture, con problemi oggettivi che si aggiungono a condizioni di salute di per sé molto pesanti da sostenere”. Chi volesse sottoscrivere la petizione di Cfu Italia può contattare la referente piacentina all'indirizzo cfu.er.carlacejas@gmail.com .

Il 12 maggio prossimo, ad accendere i riflettori sulla campagna dell'associazione sarà Palazzo Farnese, che si illuminerà simbolicamente di viola nella Giornata mondiale della fibromialgia.

 

207 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online