Sabato, 28 marzo 2020 - ore 21.44

Piacenza Servizio di nido estivo nel mese di luglio, convergenza tra Comune e Sindacati

E’ stato siglato nei giorni scorsi l’accordo tra l’Amministrazione comunale e le organizzazioni sindacali confederali, con cui si definisce il nuovo modello di organizzazione del servizio estivo dei nidi d’infanzia per il mese di luglio, a copertura di quattro settimane piene di attività.

| Scritto da Redazione
Piacenza Servizio di nido estivo nel mese di luglio, convergenza tra Comune e Sindacati

Piacenza Servizio di nido estivo nel mese di luglio, convergenza tra Comune e Sindacati

E’ stato siglato nei giorni scorsi l’accordo tra l’Amministrazione comunale e le organizzazioni sindacali confederali, con cui si definisce il nuovo modello di organizzazione del servizio estivo dei nidi d’infanzia per il mese di luglio, a copertura di quattro settimane piene di attività.

“L’intesa – sottolinea l’assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati – è fondamentale perché sancisce la condivisione di uno schema più agile, funzionale e facilmente adattabile agli anni successivi, frutto di un percorso ha coinvolto in prima persona i rappresentanti degli educatori e le coordinatrici pedagogiche. Aver ricomposto, nel dialogo costante con i Sindacati, i tasselli di alcune criticità e divergenze, significa poter continuare ad assicurare alle famiglie un supporto fondamentale per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”.

Il servizio di nido estivo coinvolgerà due strutture comunali.

L’accordo sindacale stabilisce che ciascuno dei 41 educatori in servizio a tempo pieno e indeterminato, così come i 4 educatori part-time, sia presente nel mese di luglio per una settimana, compresa nelle 42 di lavoro frontale con i bambini previste da contratto, senza percepire indennità aggiuntive per il periodo estivo. Alla razionalizzazione dei costi, ottenuta anche grazie all’accorpamento che riduce i consumi energetici e le spese per la mensa rispetto all’utilizzo di più plessi, si integra l’ottimizzazione delle risorse: a differenza di quanto avveniva negli anni passati, infatti, si garantisce l’impiego di tutti gli educatori con criteri di equità, che comportino lo stesso numero di giorni lavorativi, ferie e recuperi per ognuno.

Per favorire l’organizzazione anche dal punto di vista delle famiglie, infine, si prevede la stesura di un nuovo Regolamento di accesso al servizio, evitando sovrapposizioni con le iscrizioni al nuovo anno educativo.

L’intesa è stata firmata, per il Comune di Piacenza, dalla dirigente dei Servizi Educativi e Formativi Carolina Cuzzoni, dalle funzionarie Carmen Canevari e Paola Filios, dalle coordinatrici pedagogiche Elisa Danesi ed Elena Foletti; in rappresentanza degli educatori: Laura Capellini e, per i Sindacati confederali: Melissa Toscani e Alberto Gorra di Cgil, Gianmaria Pighi di Uil e Stefania Cavaliere rappresentante dei lavoratori per  CGIL (la rappresentante della Cisl era assente per problemi di salute, ma ha concordato l’intesa condivisa).

 

 

137 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online