Mercoledì, 03 giugno 2020 - ore 20.29

Politecnico Milano Campus Cremona Cambiamenti climatici globali e ciclo dell'acqua: quale futuro ci aspetta?

Forte interesse per il ciclo di seminari Res Publica proposti dal Campus di Cremona del Politecnico di Milano

| Scritto da Redazione
Politecnico Milano Campus Cremona Cambiamenti climatici globali e ciclo dell'acqua: quale futuro ci aspetta? Politecnico Milano Campus Cremona Cambiamenti climatici globali e ciclo dell'acqua: quale futuro ci aspetta?

Politecnico Milano Campus Cremona Cambiamenti climatici globali e ciclo dell'acqua: quale futuro ci aspetta?

Mercoledì 15 gennaio 2020  alle 10.30 nell’Aula Magna Maffezzoni del campus cremonese del Politecnico di Milano si è tenuto il terzo incontro del ciclo di seminari dal titolo “Res Publica: realizzazione di opere, gestione delle risorse e valorizzazione del territorio” proposti dal Polo di Cremona in collaborazione con l’Associazione Cremonese Studi Universitari (ACSU), il Comune di Cremona e la Provincia di Cremona realizzato con l’obiettivo di diffondere la cultura di un approccio razionale alla realizzazione di opere, alla gestione delle risorse, e alla difesa e valorizzazione del territorio.

Il relatore Prof. Daniele Bocchiola, docente del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale (DICA) del Politecnico di Milano, ha illustrato attraverso esempi pratici, fotografie e contributi video i concetti relativi ai cambiamenti climatici, all’impatto sulla disponibilità e sul consumo di acqua e ai potenziali conflitti per l’accaparramento idrico, in aree di studio italiane e mondiali.

Ha spiegato come l’impatto dei cambiamenti climatici stia radicalmente modificando la disponibilità di acqua nei cinque continenti. La rapida fusione dei ghiacci nei grandi sistemi orografici, che forniscono acqua al 40% della popolazione della Terra, sta portando ad esaurimento di queste preziose scorte idriche per l'uso civile, l'irrigazione dei campi, la produzione di energia, generando una corsa all’oro blu, fonte di potenziale conflitto, tra le popolazioni e gli stati.

Inoltre ha rivolto una particolare attenzione all’analisi della situazione del bacino del Po.

PROFILO DEL RELATORE

Daniele Bocchiola è professore associato presso il Politecnico di Milano. Ha conseguito la laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il territorio al Politecnico di Milano e un dottorato in Ingegneria Idraulica al Politecnico di Milano svolto parzialmente al MIT, Cambridge, USA.

Insegna idrologia, difesa idraulica del suolo, strutture idrauliche, idrologia montana e cambiamenti climatici a livello di BS, MS e dottorato.

Il suo campo di indagine copre le dinamiche dei ghiacciai, il rischio di valanghe, le risorse idriche, l'eco-idrologia e l'effetto dei cambiamenti climatici su montagne, fiumi, pascoli e sistemi di coltivazione. È autore di circa 150 contributi, ad esempio libri, capitoli, riviste con peer review (oltre 60), atti e discorsi durante le conferenze. È revisore di numerose riviste; editore delle riviste Climate, Civil Engineering Journal, The Open Atmospher Science Journal, The Journal of Advances in Climate Change, The International Journal of Hydrology, Advances in Meteorology. Coordina numerosi progetti in Europa, Sud America, Asia. È associato a diverse agenzie scientifiche, tra cui il comitato EVK2CNR in Italia, nell'ambito dell'iniziativa SHARE: Stations High Altitude for Research on the Environment. Ha effettuato numerosi studi sul campo nelle Alpi, nelle Ande, nel Caucaso, nel Karakorum e nell'Himalaya. È membro del CGI, Comitato Glaciologico Italiano AGU, EGU e IGS, IGU. È attivo nella diffusione nel campo del cambiamento climatico, ad esempio come blogger di Climalteranti, ed è coordinatore del gruppo POLI-HIGH e Climate-LAB del Politecnico di Milano. È attivamente coinvolto nella cooperazione POLIMI- CMCC per studi sui cambiamenti climatici.

 

 

1201 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online